Recruiting e Marketing

di Teresa Barone

scritto il

Attirare i migliori talenti sfruttando utili strategie di Marketing.

Molte delle strategie usate per cercare candidati da assumere si basano in misura crescente su precise tecniche di Marketing: gli sforzi compiuti dai datori di lavoro e dai recruiters sono volti ad attirare i migliori talenti “vendendo” precisi vantaggi e opportunità.

=> Recruiting: trend e priorità per il 2016

È quasi un dato di fatto, ad esempio, che la maggior parte dei candidati non sia portato ad accettare un lavoro offerto da un’azienda che non vanta una reputazione più che positiva costruita nel corso del tempo. In quest’ottica i canali social rappresentano una risorsa molto utile,  strumenti ormai ritenuti “standard” per la ricerca e la valutazione di un talento al di là del tradizionale Curriculum Vitae ma anche per veicolare messaggi fondamentali: attraverso LinkedIn, Twitter, Facebook, infatti, è possibile presentare al meglio l’azienda e la sua “mission”, lasciando trasparire il modo di lavorare che la caratterizza, comprese le possibilità di sviluppo e crescita.

Determinante nella strategia finalizzata al recruiting  l’offerta di “bonus” e incentivi che esulano dal mero compenso, quindi flessibilità d’orario, telelavoro e altri vantaggi che rappresentano un valore aggiunto sempre più apprezzato dai dipendenti.

Dal punto di vista strettamente pratico, per attirare nuovi talenti è spesso necessario espandere la ricerca sul territorio – soprattutto se si opera in una zona molto competitiva – comprendendo aree geografiche magari vicine ma probabilmente meno battute dalle aziende a caccia di talenti, facendo leva anche sulle nuove tecnologie che consentono un’ottima gestione del processo di selezione anche a distanza.

Anche i dipendenti già presenti in azienda possono svolgere un ruolo fondamentale per attirare i migliori talenti, facendo in modo che condividano la loro esperienza positiva con i potenziali candidati.