Stipendio in aumento per chi dorme bene

di Teresa Barone

scritto il

Dormire anche solo sessanta minuti a settimana oltre il consueto influisce positivamente sullo stipendio.

Un’ora di sonno in più a settimana aumenta le probabilità di incrementare il proprio stipendio fino al 5%: lo rivela uno studio condotto negli USA, indagine condotta nell’ambito dell’Università di San Diego che sembra dimostrare una correlazione tra il dormire bene e lo sviluppo della carriere.

=> Aumento di stipendio: chiederlo, ottenerlo 

Secondo i due autori, Matthew Gibson and Jeffrey Shrader, coloro che dormono di più sono meno soggetti allo stress e riescono a garantire maggiore efficienza sul lavoro, influenzando positivamente la crescita della retribuzione.

Alla base dello studio vi è la considerazione che il sonno non può essere considerato un semplice fenomeno biologico, ma rappresenta una risorsa determinante per la produttività sul lavoro: l’influenza della quantità di sonno sullo stipendio non è quindi diretta, tuttavia a lungo andare il potenziamento del benessere personale e delle stesse prestazioni lavorative portano a un incremento della retribuzione.

=> Dirigenti PA, stipendi a confronto

Gli studiosi affermano, inoltre, che concedersi un’ora di sonno a settimana comporta un aumento dello stipendio dell’1,5% nel breve periodo, mentre nel lungo periodo la percentuale sale fino al 4,9%.

I Video di PMI