Il rapporto con i talenti

di Chiara Basciano

scritto il

Costruire ogni giorno un rapporto proficuo con i proprio lavoratori.

I cambiamenti nella vita sono frequenti in ogni ambito dal privato a quello lavorativo, spesso quelli più importante portano dei problemi anche alla salute, ecco allora in che modo affrontare i cambiamenti lavorativi.

Tra felicità e paure per il nuovo lavoro

Che sia la conseguenza di un licenziamento o di cambiamenti aziendali il cambio lavoro mette paura e tensione, emozioni che rendono per un periodo il proprio stato fisico ed emotivo sono continuo stress. Tutto questo prolungato per un periodo troppo lunga rischia di danneggiare in maniera permanente la propria salute. Ovviamente la modalità che termina il rapporto di lavoro è importante, un licenziamento peserà di più di una promozione, questo perché anche essendo comunque due cambiamenti portano al cervello impulsi diversi, nello specifico di “sconfitta” e di “vittoria”. Non si riesce a focalizzare l’attenzione semplicemente sul percorso futuro, spesso non è detto che una promozione sia del tutto positiva e un licenziamento del tutto negativo. Molto spesso cambiare porta delle sorpresa inaspettate che migliorano invece di peggiorare la propria vita. Ma comunque per combattere tale problema si può pensare di compiere delle azioni che migliorano lo stato emotivo. Tra gli elementi più importanti si trova l’attenzione sulla curiosità che è infatti il giusto alleato per esplorare le novità e accettare meglio i cambiamenti. Reinventarsi, scoprire e studiare nuove realtà porta alla mente positivà ed abbassa così lo stress, questo perché ci si sente più attivi e propensi ad affrontare le novità e i cambiamenti. Inoltre importante, rimanendo collegati al primo consiglio, cercare metodi per aprire gli occhi e scoprire nuove realtà tra questi si trova il viaggio, il cervello ha bisogno di stimoli diversi e inediti.

I Video di PMI

Guida alle ferie aziendali