Jobs Act, bene occupazione top manager

di Teresa Barone

scritto il

Migliorano le cifre relative al lavoro manageriale in Italia, grazie al Jobs Act.

Il Jobs Act ha portato un aumento generale dell’occupazione, favorendo l’impiego di giovani ma anche la crescita professionale del top management.

=> Jobs Act: pregi e difetti secondo i manager

Lo afferma Hays Italia, sottolineando come per quanto riguarda i profili junior, si rivela maggiore stabilità contrattuale e un incremento dell’offerta di lavoro grazie ai nuovi benefici fiscali e all’eliminazione del contratto a progetto.

Per quanto riguarda i ruoli manageriali, Alessandro Bossi, director di Hays Italia, mette in evidenza i benefici del Jobs Act soprattutto per i manager inoccupati, sottolineando tuttavia come i possibili cambiamenti creino ansie nei professionisti occupati:

=> Scopri le novità del Jobs Act

«Sul mercato middle e executive management, sono aumentate le opportunità di reintegro per quei professionisti inoccupati che prima dell’entrata in vigore della riforma avrebbero potuto valutare solo contratti di consulenza. Va però notato che è cresciuto il timore di un cambiamento per i professionisti che già hanno un’occupazione.»