Perché fallisce un piccolo business

di Chiara Basciano

scritto il

Cosa porta le piccole imprese al fallimento e come evitare passi falsi.

Secondo Forbes, il 90% delle piccole nuove imprese fallisce. La metà resiste per cinque anni, un terzo riesce a sopravvivere per dieci. Il modo migliore per evitare di cadere in questa rete è guardare a come si sono comportati i predecessori e imparare dai loro errori. Molti business falliscono perché il punto di partenza è sbagliato.

La spinta iniziale potrebbe essere quella di voler essere indipendenti o di fare qualcosa che appassiona, ma questo non può bastare. Le domande iniziali infatti dovrebbero essere: ho scelto un’attività che può resistere anche quando gli altri gettano la spugna? Ho l’atteggiamento giusto, la determinazione e la pazienza per coltivare questo business per tutto il tempo che serve? Se la risposta è no allora non vale la pena andare avanti.

=> Gli strumenti del business plan

Un altro errore molto diffuso è la mancanza di pianificazione. Un buon business plan deve essere realistico e basato su informazioni credibili e proiezioni accurate. Deve contenere in dettaglio la visione, gli obiettivi, i target della forza lavoro, le potenziali soluzioni ai problemi, l’analisi competitiva, le strategie di marketing, le previsioni di vendita e di spesa. Si tratta di un grosso lavoro ma essenziale per non fallire.

=> Sgravi per aziende in fallimento

Altro punto fondamentale è trovare le persone giuste. A volte essere il fondatore di un business non significa poterlo anche dirigere, prima di tutto quindi bisognerà capire se è necessario trovare un manager e poi individuare i dipendenti che si sentano a loro agio nel loro ruolo e che siano pronti a collaborare. Affidarsi ad esperti in questo caso è la cosa migliore.

Un tranello in cui spesso cadono le piccole imprese è quello di voler crescere, ma ogni impresa ha un ritmo che non può essere forzato.

Bisogna valutare le proprie forze e avere un sguardo d’insieme per capire se è il momento di espandersi o se è meglio procedere con cautela.

Il successo aziendale non è un caso ma è frutto di giuste strategie miste ad una certa dose di intuito ed entusiasmo, le piccole aziende possono prosperare sotto una guida sapiente, l’importante è non arrendersi e valutare ogni volta, per ogni piccola mossa, i pro e i contro.