Facebook Apps: più potenza al proprio business

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Le cosiddette Facebook Application possono dare una marcia in più al business online, offrendo un livello di interazione che si traduce in maggiori vendite e consapevolezza dei prodotti

Facebook è già considerato un potente strumento per il Marketing, soprattutto se associato alle cosiddette Facebook Application, in grado di aumentare interattività e visibilità delle pagine web che le ospitano,traducendosi in un potenziale aumento nelle vendite e maggiore consapevolezza dei prodotti offerti.

È quanto sostengono gli analisti di iMedia, citando in particolare lo strumento Facebook Connect inserito nei portali, tramite cui gli utenti possono collegare il proprio account Facebook al sito visitato.

Quando viene aggiunta un’applicazione, Facebook invia l’informazione a tutti gli utenti connessi, facendo apparire un messaggio all’interno dei loro news feed. In altre parole, i contenuti vengono distribuiti passivamente, eseguendo una azione di Marketing a costo zero.

Inoltre, poiché le liste di amici risultano spesso eterogenee (essendo per una buona percentuale costituite da persone che in realtà non si sono mai conosciute), le società hanno la possibilità di esporre i propri prodotti ad una vasta gamma di consumatori, esplorando target anche molto diversi da quelli individuati originariamente.

Tra i 5 esempi di marchi che hanno adottato tale strategia di marketing, iMedia descrive l’esperienza del sito di al sito di e-Commerce JanSport. Dopo aver creato una pagina su Facebook, il marchio voleva un ponte tra la community FB e il proprio portale, affinché le persone avessero la facoltà di fare acquisti. La risposta è arrivata tramite Facebook Connect.

Con Facebook Connect, i visitatori del sito di e-Commerce JanSport possono condividere i prodotti su Facebook, verificare se qualche contatto li ha votati o commentati e, a condivisione attivata, visualizzare i prodotti automaticamente nei feed.

Risultato? I visitatori che interagiscono con il portale hanno mostrato un aumento medio delle visite alle pagine del portale del 58,8% e ad un aumento nelle spese del 147,6%.