Tratto dallo speciale:

Mobile Advertising da record su tablet e smartphone

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Advertising su Mobile: impennata delle impression da smartphone e tablet nel 2011, chiaro invito per le aziende ad investire in questa direzione nel 2012.

Online i risultati del report InMobi Mobile Market 2011: ne emerge un segmento mobile in piena espansione, sia a livello globale che europeo, e una crescita esplosiva del mobile advertising da tablet e smartphone.

Il report mostra un aumento del 251% su scala mondiale per quanto riguarda le impression mobili, rispetto all’anno precedente, e un +488% per quanto riguarda il segmento dedicato agli smartphone. A livello europeo, la crescita complessiva si attesta su di un 358% per arrivare ad un considerevole +722% per quanto riguarda il segmento smartphone.

La crescita delle impression da smartphone ha infatti costituito uno dei trend più robusti del 2011 ed è dovuto primariamente alle pubblicità nelle app e alla crescente adozione dei tablet, sia a livello consumer che business. Il valore del mercato generato dalle impression ha raggiunto quota 11,2 miliardi.

Interessante il confronto tra sistemi operativi per alla luce del mercato delle impression: in vetta si posiziona Android, con il 21,2% delle impression a livello globale e il 32% a livello europeo. In seconda posizione, a livello globale, Nokia OS (18,8%), seguita da iPhone OS (16,7%) mentre, a livello europeo, al secondo posto si posiziona iPhone OS (27,6%) , seguito da RIM OS (15,6%).

«Le tecnologie mobili hanno potenziato enormemente lo sviluppo dei mercati dei media e della pubblicità e spingono gli utenti ad accettare nuove forme di comunicazione attraverso canali nuovi ed emergenti», ha affermato James Lamberti, VP Global Research & Marketing, InMobi.

«I pubblicitari sono pienamente consci di questa tendenza e ci aspettiamo di vedere una forte spinta innovativa in questo campo. Siamo sicuri che il 2012 sarà un anno interessante pieno di tante novità». In poche parole, un invito alle aziende ad investire in questo campo.

Report disponibile presso: InMobi Research