Pubblicità online o su cartaceo? Ecco quale funziona

di Laura Caracciolo

Pubblicato 24 Maggio 2023
Aggiornato 11 Dicembre 2023 20:18

Meglio la pubblicità online o quella su giornale cartaceo? Ecco quale forma di marketing funziona meglio per PMI e professionisti e come scegliere.

La pubblicità è essenziale per qualsiasi attività commerciale e, quando si tratta di scegliere il canale giusto per il proprio prodotto o servizio, ci sono molte opzioni tra cui scegliere. Due delle  più popolari sono la pubblicità online e quella cartacea.

Indubbiamente, entrambe queste forme di marketing presentano vantaggi e scegliere quella più adatta per cui è difficile scegliere. A complicare le cose ci s mette il budget pubblicitario delle piccole aziende e dei professionisti, spesso limitato.

Oggi cercheremo di fare insieme il punto della situazione, analizzando pro e contro della pubblicità online e su giornale cartaceo.

Tutti i vantaggi della pubblicità online

Il digitale ha subito un’impennata considereveole negli ultimi anni: PMI e professionisti di ogni settore si affidano al web per ritagliarsi nuove opportunità di business e di conseguenza la pubblicità online risulta sempre più valida, interfacciandosi con una platea sempre più vasta e trasversale di potenziali clienti.

Indubbiamente, si tratta di una forma di marketing efficace, che rischia addirittura di soppiantare la pubblicità su carta stampata, su giornali e riviste.

Tutti, ormai, vanno alla ricerca dei prodotti e servizi sul Web: non curare la propria presenza online, dunque, potrebbe voler dire perdere un’occasione, soprattuto per le piccole aziende e le attività professionali.

Inoltre, questa tipologia di marketing è molto vantaggiosa: è alla portata di tutti e non richiede budget troppo elevati, consentendo di raggiungere un pubblico ampio e globale.

Non dobbiamo però pensare che si tratti di una pubblicità che non preveda una forma di selezione, anzi: si può effettuare un targeting preciso. Questa forma di pubblicità permette infatti di isolare il proprio target in base a interessi, età, posizione geografica e altro ancora. In questo modo, potremo raggiungere solamente il pubblico più giusto per la nostra attività.

Infine, la pubblicità online consente di tracciare e analizzare le prestazioni dell’annuncio, fornendo informazioni utili per ottimizzare la spesa pubblicitaria.

Pubblicità cartacea su giornali e riviste: limiti e opportunità

Ovviamente, anche la pubblicità su giornale o rivista su carta stampata possiede i suoi vantaggi.

Questa forma di marketing gode innanzitutto di ottima credibilità. Di solito, i consumatori tendono a percepire la pubblicità su giornale cartaceo come più credibile rispetto ad altre forme di pubblicità. Infatti, giornali, riviste e quotidiani sono fonte di informazioni e, tra le altre cose, si tratta di mezzi tradizionali che godono di ampio credito.

Anche il marketing su supporto cartaceo può essere mirato: se pubblicato su giornali o quotidiani locali, ci si potrà rivolgere ad un pubblico specifico in una determinata zona geografica.

Tuttavia, rispetto alla pubblicità online, quella su rivista o giornale cartaceo può essere più costosa. E questo è ciò che spesso scoraggia aziende e professionisti dalla pubblicazione di annunci su carta stampata.

Pubblicità online o su giornale cartaceo, quale scegliere?

Alla luce di quanto detto, quale forma di pubblicità funziona meglio, e quale scegliere per la propria attività?

Sia la pubblicità online che gli annunci pubblicati su giornale cartaceo hanno i loro vantaggi e sono in grado di permettere alle attività di raggiungere un vasto pubblico.

Dunque, in generale, l’opzione migliore sarebbe scegliere una strategia di marketing omnicanale. Non è produttivo, infatti, concentrarsi su un’unica forma di marketing, ma attuare una strategia pubblicitaria integrata. Una strategia, cioè, che permetta di presidiare vari canali e diversi punti di contatto con il pubblico potenzialmente interessato.

Per raggiungere più consumatori, quindi, l’ipotesi ideale è utilizzare entrambi questi canali. Qualora il budget pubblicitario dell’azienda fosse limitato, si potrebbe comunque partire dalla pubblicità online ed estendersi poi a quella su giornale cartaceo una volta incrementato il proprio business.


di Laura Caracciolo, Social media manager, AU di Emera