CONSOB: giro di vite su promotori finanziari e mediatori creditizi

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

CONSOB: più controlli su promotori, agenti finanziari e mediatori creditizi, a causa dell'incremento delle violazioni negli ultimi 10 anni.

Agenti finanziari e mediatori creditizi: nel 2010 ne sono stati radiati dall’Albo 78 (il doppio dell’anno prima) e sono raddoppiate anche le sanzioni (146, quota record). Per questo la CONSOB ha deciso di inasprire i controlli anti-truffa: le più colpite, la provincia di Roma e quella di Napoli.

Le violazioni più frequenti? Quelle che sfociano nel penale: sottrazione di denaro ai clienti, contraffazione della firma del cliente per effettuare operazioni o transazioni non autorizzate, promessa di alti rendimenti per intascare i compensi e utilizzo non autorizzato delle password.

Ben 61 promotori sono stati sospesi fino ai quattro mesi e 6 hanno ricevuto richiamo scritto e sanzione pecuniaria. In dieci anni (2000-2010) sono stati 1.054 i promotori (su 60mila) he hanno compiuto atti non leciti e, smascherati, hanno dovuto pagare.

L’Autorità guidata da Giuseppe Vegas ha spiegato che il più delle volte è l’intermediario a sporgere denuncia per gli atti scorretti compiute da un suo promotore; poi ci sono anche i dossier derivanti da verifiche ispettive della CONSOB.

Le violazioni vengono poi accertate nel corso di un anno dalla Vap, la divisione Vigilanza e albo promotori di Milano e, nel caso siano state effettivamente commesse, l’Ufficio sanzioni amministrative di Roma stabilisce il provvedimento adatto.

Il controllo degli agenti finanziari e dei mediatori creditizi è invece responsabilità della Banca d’Italia.

______________________

ARTICOLI CORRELATI