Tratto dallo speciale:

Pagamenti POS e scontrini elettronici: invio giornaliero per i controlli incrociati

di Redazione PMI.it

scritto il

Nuovo obbligo sui pagamenti POS: comunicazione giornaliera delle transazioni con carta e bancomat per il controllo fiscale incrociato con gli scontrini.

Nel Decreto PNRR 2, approvato in Consiglio dei Ministri il 21 aprile, in base alle anticipazioni di stampa, è stato introdotto un nuovo obbligo per le società che emettono carte e bancomat: dovranno trasmettere ogni giorno i dati sulle transazioni eseguite (B2B e B2C).

Questa nuova procedura potrà permettere al Fisco di incrociare i dati di pagamento digitale con carta con quelli relativi agli scontrini elettronici emessi dagli esercenti, così da effettuare controlli di congruità. Obiettivo, un ulteriore giro di vite all’evasione fiscale.

La comunicazione giornaliera dei pagamenti con POS non sarà quindi un obbligo che grava su esercenti e professionisti, che saranno in patica i soggetti messi “sotto la lente” e per i quali sono invece confermate le nuove sanzioni (30 euro + 4% della transazione negata) se rifiutano pagamenti digitali in negozio o presso lo studio.

=> Sanzioni dal 30 giugno per chi rifiuta pagamenti POS

La comunicazione dei dati non riguarderà neanche le informazioni sui clienti che hanno effettuato il pagamento, essendo la misura finalizzata a verificare la corretta denuncia fiscale delle operazioni compiute da commercianti e artigiani.

Per tutte le conferme del caso, ad ogni modo, bisogna attendere la pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale, dal quale si evinceranno non soltanto i dettagli della misura ma anche la data di entrata in vigore del nuovo obbligo.