Startup e PMI innovative: più tempo per il mantenimento dei requisiti

di Redazione PMI.it

scritto il

Il MISE concede alle Startup e PMI Innovative più tempo per il deposito dell'attestazione di mantenimento dei requisiti per restare nel registro camerale.

A causa del perdurare della crisi Covid, le PMI e le Startup Innovative hanno più tempo per comunicare alle Camere di Commercio l’attestazione di mantenimento dei requisiti abilitanti (ai sensi, rispettivamente, dell’art. 25, c. 16, del DL 179/2012 e dell’art. 4, c. 7, del DL 3/2015): lo stabilisce una specifica Circolare MiSE.

Anche per il 2021 viene concessa una dilazione rispetto alla scadenza del 30 settembre, in considerazione dei nuovi termini per l’approvazione dei bilanci d’esercizio concessa dal decreto Cura Italia (convocazioni d’assemblea entro 180 giorni dalla chiusura dell’esercizio sociale). In questa ottica, si concede spazio al ravvedimento operoso alle imprese che presentano tardivamente la documentazione, senza la cancellazione dal registro camerale.

=> Start-up e PMI innovative: benefici a confronto

Le Camere di Commercio, ad ogni modo, invieranno una PEC alle Startup e alle PMI iscritte nella sezione speciale del Registro Imprese che ancora non hanno provveduto al deposito dell’attestato di mantenimento dei requisiti, invitandole a trasmettere la documentazione necessaria nel più breve tempo possibile.