Assunzioni agevolate: Bonus Sud in stallo

di Redazione PMI.it

scritto il

Incentivo Occupazione Mezzogiorno, assunzioni agevolate al 100% di giovani e disoccupati: mancano ancora i provvedimenti per attivare il Bonus Sud 2019.

La Legge di Bilancio (comma 247, legge 145/2018) ha finanziato il Bonus Sud per tutto il 2019 ma ancora mancano le istruzioni INPS e ANPAL per attivare l’Incentivo Occupazione Mezzogiorno (in Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Sicilia, Puglia, Calabria e Sardegna).

L’esonero contributivo al 100% per assunzioni a tempo indeterminato di disoccupati o giovani under 35 è dunque in stallo: finchè non saranno emanati i documenti di prassi, non è possibile fare domanda per utilizzare lo sgravio contributivo (massimo 8.060 euro annui).

Da quando la misura è in vigore sono già passati tre mesi, senza però poter godere di alcuna formula di assunzione agevolata.

Le regole che mancano sono quelle che, per lo scorso anno, erano dettagliate nella circolare INPS 49/2018: platea dei beneficiari, ambito territoriale di applicazione dell’incentivo, assunzioni incentivate, presentazione istanze (con linee generali fissate dal decreto ANPAL del 2 gennaio 2018).

=> Assunzioni agevolate 2018 e 2019 a confronto

Il Bonus Sud spetterebbe per le assunzioni a tempo indeterminato effettuate nel 2019. Applicando le stesse regole dell’anno scorso, riguarderebbe anche le trasformazioni a tempo indeterminato di precedenti contratti a termine, i contratti in somministrazione, l’apprendistato professionalizzante, i rapporti di lavoro part-time.

In attesa di emanazione di decreto e circolare, ricordiamo che la prestazione lavorativa deve essere resa in una delle regioni previste dall’incentivo, indipendentemente dalla residenza del dipendente o dalla sede legale del datore di lavoro, nel qual caso sarebbe prevista una specifica procedura.