Tratto dallo speciale:

Fatturazione PA: al via il roadshow Key4Paperless

di Noemi Ricci

scritto il

Partita la prima tappa di Key4Paperless, il roadshow informativo sulla dematerializzazione: focus sulla fatturazione elettronica obbligatoria verso la PA.

Si chiama Key4Paperless ed è giunto alla sua seconda edizione il primo roadshow informativo sulla dematerializzazione che ha preso il via in questi giorni a Milano, trattando come tema principale la fatturazione elettronica obbligatoria verso la PA con particolare focus sui benefici dell’addio alla carta.

=> Fatturazione elettronica verso la PA obbligatoria da Giugno

Si tratta dell’obbligo di fatturazione elettronica che scatterà il prossimo 6 giugno e vede coinvolti complessivamente, sottolinea Federico Berti, Marketing Manager di It Agile e Blogger di Firma Facile, circa 2 milioni i fornitori per la PA

«costituiti principalmente (95%) da micro e piccole imprese che gestiscono i propri rapporti con la PA attraverso strutture centralizzate (Centrali di Acquisto Regionali) o attraverso negoziazioni autonome. Le PA in Italia, invece, contano circa 21.000 enti. Si contano 60 milioni di fatture scambiate all’anno per un valore di 135 miliardi di acquisti. Si tratta di un giro di affari che se modernizzato può portare a notevoli vantaggi e risparmi economici».

A vincolare l’emissione, la trasmissione, la conservazione e l’archiviazione delle fatture emesse nei rapporti con le Pubbliche Amministrazioni esclusivamente in forma elettronica è stato il decreto 3 aprile 2013, n.55 sul Regolamento in materia di emissione, trasmissione e ricevimento della fattura elettronica da applicarsi alle Amministrazioni Pubbliche ai sensi dell’articolo 1, commi da 209 a 213 della Legge Finanziaria 2008 del 24 dicembre 2007, n. 244.

=> Fattura elettronica verso la PA: FAQ e chiarimenti operativi

Key4paperless

Il tour la cui partecipazione è gratuita si pone l’obiettivo di fornire chiarimenti su come realizzare i processi di dematerializzazione nelle organizzazioni e prevede 4 appuntamenti in formato workshop ai quali è prevista la partecipazione di oltre 100 IT Manager. L’Ing. Giovanni Manca, esperto di digitalizzazione documentale nelle PA e sicurezza ICT, ha spiegato che:

«il processo di dematerializzazione è un cambiamento che il nostro Paese non può più rimandare. Si tratta di un rinnovamento in grado di favorire la crescita e l’ammodernamento delle nostre strutture e portare numerosi benefici economici e di processo».

I prossimi appuntamenti con Key4Paperless sono previsti a:

  • Padova (15 maggio);
  • Roma (11 giugno);
  • Napoli (16 ottobre).

Scadenze

A partire dal 6 giugno 2014 l’obbligo di fatturazione elettronica scatterà verso Ministeri, Agenzie Fiscali ed Enti Nazionali di Previdenza e Assistenza, Agenzia delle Entrate, Agenzia del Demanio, Istituti di Istruzione Statale di ogni ordine e grado, INPS e INAIL. Il passaggio successivo avverrà il 6 giugno 2015, quando l’obbligo si estenderà alle restanti PA. Poi il processo si concluderà definitivamente in data da stabilirsi con l’obbligo di fatturazione elettronica verso le Amministrazioni locali e i restanti soggetti.

Risparmi

L’Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione ha stimato risparmi potenziali diretti per circa 1 miliardo di euro l’anno per la PA (tra i 10 euro e i 20 euro a fattura) e a circa 500 milioni di euro l’anno per i suoi fornitori (circa 7 euro a fattura). I benefici al livello di produttività e di tempi di gestione dei pagamenti che vengono stimati comporterebbero invece risparmi fino all’80% dei costi complessivi.