Ecobonus, Ristrutturazioni, Mobili: le detrazioni 2014

di Barbara Weisz

scritto il

Agevolazione su ristrutturazioni edilizie ancora al 50% dal 2014 e su efficienza energetica al 65%: la proroga delle detrazioni nella Legge di Stabilità 2014.

La Legge di Stabilità conferma la stabilizzazione delle agevolazioni per interventi di ristrutturazione ed efficienza energetica, rispettivamente al 50% e 65%: le detrazioni fiscali sono prorogate per il 2014, per poi discendere gradualmente (dovendo fare i conti con stringenti necessità di bilancio). Sulla proroga dei bonus erano comunque tutti d’accordo: la risoluzione presentata alla Camera dai presidenti delle commissioni Ambiente e Finanze, Ermete Realacci e Daniele Capezzone, ha ricevuto un sostegno trasversale, ma potrebbe non bastare.

Ristrutturazioni

La situazione è la seguente: il Bonus Ristrutturazioni è al 50% fino al 31 dicembre 2013, con un tetto di spesa pari a 96mila euro per signola unità immobiliare. Queste condizioni sono valide per i lavori dal 26 giugno 2012 (fino a fine 2013), in quanto previste dal decreto sviluppo dell’estate scorsa (dl 83/2012). Per il 2014 si mantengono gli incentivi agli attuali livelli, per poi tornare gradualmente al livello strutturale di questa agevolazione (resa stabile dal Salva Italia di fine 2011), quindi al 36% su un tetto di spesa di 48mila euro.

Efficienza energetica

L’Ecobonus è al 65% dallo scorso 6 giugno 2013 e fino al 31 dicembre 2013, al 30 giugno 2014 nel caso di lavori sulle parti comuni degli edifici. Il tetto di spesa cambia a seconda della tipologia di interveni (ad esempio, sulla riqualificazione degli edifici è a 100mila euro, per i pannelli solari è a 60mila euro). Ad alzare l’agevolazione è stato il Dl 63/2013 sulle prestazioni energetiche in edilizia. Anche per l’Ecobonus c’è una proroga dell’attuale agevolazione, mentre poi ci sarà una progressiva discesa nel tempo. Incerte invece le sorti della detrazione per interventi antisismici, oggi al 65% per una spesa massima di 96mila euro fino al 31 dicembre 2013: da capire se è stata parimenti rinnovata.

Arredi

Non è chiaro neanche cosa succederà al Bonus Arredi: introdotto dal Dl 63/2013, prevede una detrazione del 50% sull’acquisto di mobili ed elettrodomestici di classe A destinati ad appartamenti oggetto di ristrutturazione agevolata, per una spesa fino a 10mila euro. E’ dunque collegato al Bonus Ristrutturazioni al 50%, che tecnicamenteè è stato prorogato, quindi dovrebbe andare da sé un rinnovo del bonus, che diversamente decadrebbe da gennaio 2014.