Ecobonus: detrazione stabile dal 2014

di Noemi Ricci

scritto il

Approvato alla Camera il Decreto Ecobonus: sì all'emendamento per la stabilizzazione delle detrazioni al 65% per interventi di efficienza energetica dal 2014 ed estensione a quelli antisismici, di depurazione idrica ed eliminazione di amianto.

Approvato il disegno di legge di conversione del decreto Ecobonus che passa alla Camera con 480 voti a favore e un astenuto: le modifiche apportate dovranno ora essere approvate anche dal Senato. La detrazione del 65% sulle spese per interventi volti all’efficienza energetica – prorogata, innalzata ed ampliata dal governo Letta (il Dl 63/2013 in vigore dal 6 giugno) – sarà resa strutturale dal 2014: è una delle novità emerse alla Camera, grazie all’emendamento al Decreto Efficienza Energetica (scarica il decreto Ecobonus) proposto dal Stefano Allasia (Lega) sottoscritto da Ermete Realacci (Pd) e approvato all’unanimità in fase di conversione in legge.

Gli incentivi

L’emendamento prevede che gli incentivi di cui all’articolo 15 del Dl Ecobonus vengano resi stabili, con appositi provvedimenti emanati entro il 31 dicembre 2013, quando terminerà la proroga alle detrazioni per le ristrutturazioni edilizie e per l’efficienza energetica (vai alla Guida Ecobonus). L’applicazione della stabilizzazione degli Ecobonus riguarderà l’adeguamento antisismico, la messa in sicurezza degli edifici esistenti, l’incremento dell’efficienza energetica e idrica, l’installazione di impianti di depurazione delle acque da contaminazione di arsenico e la sostituzione delle coperture di amianto negli edifici. Misura e coperture saranno stabiliti dalla Legge di Stabilità 2014, nella quale trpoveranno posto anche altri ambiti di applicazione. Nel decreto, infatti, è stato previsto per il momento l’estensione degli incentivi anche gli interventi sugli impianti idrici e quelli per eliminare le strutture in amianto (Ecobonus 65% per lavori antisismici).