Tratto dallo speciale:

730 precompilato dal Fisco: le novità 2016

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Novità per il 730 precompilato: in dichiarazione dei redditi 2016 anche bonus ristrutturazioni ed energia, spese funebri e di formazione, pensione integrativa.

In audizione presso la Commissione Parlamentare di Vigilanza sull’Anagrafe Tributaria e sulla razionalizzazione delle banche dati pubbliche in materia economica e finanziaria, il direttore dell’Agenzia delle Entrate Rossella Orlandi ha illustrato il futuro della dichiarazione dei redditi: nel 2016 il modello 730 precompilato sarà più ricco e completo.

=> 730 precompilato con spese sanitarie dal 2016

Modello 730

Il modello 730 si arricchirà di informazioni, non solo relative alla spese sanitarie e ai relativi rimborsi: si pensa infatti di includere anche gli oneri che negli anni passati hanno fatto registrare le frequenze più alte in sede di compilazione delle dichiarazioni dei redditi, come la pensione integrativa o le detrazioni per lavori edilizi o, ancora, le spese d’istruzione.

«Si sta valutando la possibilità di raccogliere i dati relativi ai contributi versati per le forme di previdenza complementare, alle spese sostenute per la frequenza di corsi di istruzione universitaria, alle spese funebri e alla prima rata delle spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici».

In ogni caso, fa notare Orlandi:

«Per rendere sempre più completa e puntuale la precompilazione della dichiarazione dei redditi è auspicabile un complessivo intervento normativo per razionalizzare oneri e spese detraibili con particolare riferimento alla semplificazione delle regole di funzionamento delle misure agevolative».

=> Legge Stabilità : novità  per la dichiarazione dei redditi 2016

Modello 770

Tra gli obiettivi futuri c’è quello di rendere il modello 770 più semplice e più snello. Allo scopo l’Agenzia delle Entrate ha attivato uno specifico tavolo tecnico, che secondo quanto afferma Orlandi «sta andando bene» e ora l’Agenzia è impegnata ad aprire un ulteriore tavolo per anticipare la data di presentazione del modello 770 per evitare l’ingorgo delle scadenze e semplificare la dichiarazione dei sostituti d’imposta.