Successione immobili in dichiarazione dei redditi?

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Max chiede

Ad aprile 2020, dopo la morte di mio padre, io e mio fratello abbiamo ricevuto in successione una  quota (16,66%) degli immobili che prima erano di proprietà solo dei nostri genitori. Nostra madre è rimasta a vivere ed usufruire di quelli di cui era già proprietaria al 50%. Ora, nella dichiarazione dei redditi di quest’anno, io e mio fratello dobbiamo dichiararli oppure li deve dichiarare al 100% nostra madre in quanto è rimasta a viverci? Nella mia precompilata, l’Agenzia delle Entrate ha inserito le quote di possesso (16,66%) della casa e del box in automatico.

Barbara Weisz risponde

Con un esperto di successioni e di tassazione sugli immobili potete verificare l’eventuale possibilità di indicare il 100% della proprietà nella dichiarazione dei redditi di vostra madre, ma da quanto scrive sembra corretta l’indicazione fornita dall’Agenzia delle Entrate con l’inserimento nella precompilata delle nuove quote di possesso degli immobili. Si tratta di quote ereditate, quindi ora nella vostra disponibilità e pertanto da inserire in dichiarazione dei redditi. Tenga comunque presente che, in ogni caso non influirà particolarmente suo reddito imponibile.

Sulla prima casa non si pagano tasse, quindi sua madre (che abita nell’abitazione) non dovrà pagare l’IMU e voi avete una detrazione corrispondente all’intera rendita catastale, che dipende dalla vostra quota di possesso.

Nel caso in cui dobbiate presentare una dichiarazione ISEE, invece, è la persona che usufruisce del diritto di abitazione, quindi nel vostro caso sua madre, a dover dichiarare il 100% dell’immobile.