Srls, detrazioni e spese da scaricare

Risposta di Barbara Weisz

scritto il

Stefano P. chiede:

Sono titolare di un laboratorio odontotecnico, inquadrato come “impresa artigiana”. Non ho dipendenti e sono unico operatore. Posso aprire una Srls? Mi agevolerebbe nello scaricare oneri attualmente limitati, tipo costi legati alla auto (che scarico solo al 20%, mentre i ritiri e le consegne dei lavori le faccio al 100%…).

Credo che lei possa tranquillamente aprire una Srl semplificata. Inizialmente questa forma societaria era riservata ai giovani fino a 35 anni, dal 2013 invece è stata ampliata a tutte le persone fisiche. Il vantaggio fondamentale, come lei probabilmente sa già, è rappresentato dal fatto che il capitale sociale minimo è pari a 1 euro, mentre per un srl normale ci vogliono almeno 10mila euro. C’è anche un tetto massimo al capitale, a 9mila 999 euro: nel momento in cui si supera (cioè si raggiungono i 10mila euro) bisogna necessariamente trasformare la società in una srl ordinaria.

Nel suo caso, direi che la forma societaria prevista è quella della srls con un solo socio. L’atto costitutivo deve essere conforme al modello standard previsto dal ministero dello Sviluppo Economico, non sono previste spese notarili e iscrizione a registro imprese, i diritti di bollo e di segreteria. Bisogna invece versare imposta di registro e diritto annuale camerale.

=> Srl Semplificata Unipersonale: la Srls con un solo socio

Per quanto riguarda la fiscalità, non sono sicura che ci siano dei vantaggi rispetto all’impresa artigiana, anzi: la srl semplificata è equiparata alle srl ordinarie, quindi la contabilità è particolarmente complessa. La deducibilità dei costi auto resta al 20%, la deducibilità integrale (al 100%) sarebbe applicabile solo nel caso di auto esclusivamente strumentale all’attività d’impresa, cioè che sono indispensabili per svolgere l’attività (ad esempio, l’autovettura per la scuola guida).

Hai una domanda che vorresti fare ai nostri esperti?

Chiedi all'esperto

Risposta di Barbara Weisz