Tratto dallo speciale:

Superbonus: cessione online al miglior offerente su SiBonus

di Redazione PMI.it

scritto il

Piattaforme online per far incontrare domanda e offerta di cessione del credito d'imposta da Suerbonus e non solo, per cittadini e professionisti delegati.

Per agevolare la pratica di cessione del credito spettante con il Superbonus 110%  e consentire ai contribuenti di valutare l’offerta commerciale migliore per le proprie esigenze, InfoCamere – società delle Camere di Commercio italiane per l’innovazione digitale – ha lanciato nei mesi scorsi  SiBonus, piattaforma online per la cessione del Superbonus, che mette in contatto cedente e cessionario dei crediti di imposta. Per amplificarne la portata, è stata appena sottoscritta una convenzione con il Consiglio Nazionale dei Commercialisti.

La convenzione prevede specifiche funzionalità online per i professionisti CNDCEC iscritti alla piattaforma in veste di delegati, che permettono loro di offrire maggior supporto a cedenti o cessionari, InfoCamere fornirà invece aiuto operativo tramite help-desk.

L’Ecobonus 110% è infatti il grande protagonista, nell’ambito delle agevolazioni fiscali, di questo momento di crisi economica e di tentativo di rilancio. A fare gola a molti di coloro che sono intenzionati a migliorare gli aspetti energetici e antisismici delle proprie abitazione non è solo la detrazione fiscale maggiorata ma anche la possibilità di cedere il credito d’imposta, o di ottenere uno sconto direttamente in fattura da parte del fornitore.

=> Superbonus 110%: Guida completa all'Ecobonus 2020

SiBonus: come funziona

La piattaforma SiBonus ha preso il via ufficiale lo scorso novembre ed è espressamente dedicata alla cessione dei crediti d’imposta, non solo Superbonus 110% ma anche quelli derivanti da altre detrazioni fiscali, come il Bonus Ristrutturazioni, il Bonus facciate il Sismabonus e tutti i crediti cedibili elencati dall’art. 121, DL 34/2020. Possono accedere tutti i cittadini, per farlo è necessario essere in possesso di identità SPID o titolari di una CNS attiva.

A questo punto il meccanismo è semplice:

  • chi ha un credito d’imposta da cedere può pubblicare gratuitamente un annuncio;
  • chi è interessato ad acquisire i crediti di imposta, dopo essersi registrato alla piattaforma, potrà prendere visione degli annunci di cessione del credito d’imposta e mettersi in contatto il cedente;
  • il cedente avrà quindi la possibilità di accettare il contatto o di rifiutarlo, scegliendo il migliore offerente. Le pratiche dovranno poi essere gestite dalle parti in maniera esterna.

Per ciascun annuncio pubblicato, la corrispondente scheda mostrerà le seguenti informazioni:

  • tipologia del bonus da cui il credito è stato generato;
  • prezzo di vendita del credito;
  • identificativo univoco dell’annuncio;
  • data di inserimento dell’annuncio;
  • residenza della persona fisica o sede legale della persona giuridica titolare del credito;
  • una breve descrizione inserita dall’utente.

Altre iniziative online

In rete ci sono anche altre iniziative dello stesso tipo, come la piattaforma messa a punto da ConfeserFidi denominata ItaliaBonus di cui abbiamo parlato in questo articolo che lato offerta si rivolge a tutti i contribuenti in possesso di un credito d’imposta, mentre gli investitori devono essere professionali: banche, società finanziarie, investitori professionali, e anche imprese che però devono essere valutate da Conferserfidi, che gestisce il mercato.

=> Bonus fiscali, il mercato online di ConfeserFidi

Cessione del credito: la pratica con il Fisco

Come spiegato in dettaglio in questo nostro approfondimento, per esercitare l’opzione che consente di cedere i crediti d’imposta spettanti sui lavori di riqualificazione energetica e antisismici agevolati al 110% (in base al decreto Rilancio) è necessario inviare una comunicazione all’Agenzia delle Entrate, utilizzando gli appositi modelli.

I Video di PMI