Tratto dallo speciale:

ANF INPS: nuove funzionalità per i datori di lavoro

di Redazione PMI.it

scritto il

L'INPS illustra le nuove funzionalità per la presentazione delle domande da parte del datore di lavoro, appositamente delegato dal lavoratore.

Con il Messaggio n. 4583/2019 l’INPS ha fornito alcuni interessanti chiarimenti in merito alla nuova funzionalità per la presentazione delle domande di ANF (Assegni al Nucleo Familiare) a cura dei datori di lavoro e dei soggetti da loro delegati per i lavoratori dipendenti di aziende attive del settore privato non agricolo. L’istituto dà inoltre indicazione circa le nuove funzionalità dell’Utility per il prelievo dei dati.

=> ANF INPS: Guida alla nuova domanda

L’Istituto aveva già disciplinato con la circolare n. 45/2019 le nuove modalità di presentazione della domanda di Assegno per il Nucleo Familiare per i lavoratori dipendenti di aziende attive del settore privato non agricolo divenute operative a decorrere dal 1° aprile 2019. Queste devono pervenire esclusivamente in modalità telematica, direttamente all’INPS, utilizzando il modello “ANF/DIP” (SR16).

Presentazione ANF datori di lavoro

A partire dal 3 novembre anche i datori di lavoro possono inviare la richiesta all’INPS, previa delega del lavoratore e dei suoi familiari, sia direttamente che per il tramite dei soggetti di cui alla L. n. 12/1979. La funzione per la presentazione telematica della domanda ANF/DIP “ANF Lavoratori Dipendenti di Aziende Attive” è disponibile nel menu del “Cassetto Previdenziale Aziende” al link “Richieste ANF Dip. Az. Att.”.

=> Assegni ANF: chiarimenti sulla maggiorazione

Nel menu a tendina è possibile selezionare il codice fiscale dell’azienda per la quale si deve inserire la domanda di ANF/DIP. Quindi si potrà scegliere tra tre opzioni, che possono essere utilizzate inserendo il codice fiscale del lavoratore e dichiarando di essere in possesso di apposita delega:

  • nuova domanda, indicando il periodo di interesse ed i dati anagrafici del lavoratore, il campo “Azienda” in questo pannello è valorizzato con il codice fiscale prescelto inizialmente e non è modificabile. Successivamente vengono chiesti i dati anagrafici dei componenti il nucleo familiare e i dati reddituali del richiedente. Prima della conferma viene offerto un riepilogo della domanda acquisita. Una volta confermato l’invio, verrà visualizzato il numero di protocollo con possibilità di stampare la ricevuta ed il modello della domanda;
  • consultazione per verificare lo stato di una domanda di un dato lavoratore e i dettagli relativi alla domanda inserita;
  • domanda di variazione per inserire una variazione di una domanda già presentata a seguito di intervenuta variazione della situazione familiare.

I Video di PMI

Decreto Agosto: misure per le imprese