Tratto dallo speciale:

Pignoramento presso terzi, procedura INPS

di Noemi Ricci

scritto il

Nuova procedura informatica INPS per il pignoramento presso terzi, a prescindere dalla circostanza che il creditore sia una persona fisica o una persona giuridica.

Cambia la procedura informatica INPS per il pignoramento presso terzi in cui il debitore esecutato sia titolare di pensione della gestione privata: la procedura PRD 2.0, a prescindere dalla circostanza che il creditore sia persona fisica o giuridica, rivede la gestione delle trattenute su pensione a seguito di un procedimento esecutivo, agevolando e tracciando ogni operazione, sia nella fase di accantonamento cautelativo che in quella successiva alla ordinanza di assegnazione.

Rilascio PRD 2.0 graduale

L’Istituto, con il Messaggio n. 2146/2018, rende noto che il rilascio del nuovo applicativo avverrà gradualmente, per progressivi stati di avanzamento:

  • in una prima fase, con riguardo alle esigenze più volte rappresentate dalle strutture territoriali, si è data priorità ad una versione finalizzata al pagamento della trattenuta mensile disposta dal Giudice dell’esecuzione, al momento dell’ordinanza di assegnazione, a favore di un creditore persona giuridica;
  • la seconda fase riguarderà aggiornamenti e implementazioni per gestire in forma automatizzata gli adempimenti connessi alla dichiarazione del terzo, alla gestione del piano di accantonamento e al pagamento dell’importo accantonato in favore del creditore.

Accesso alla procedura PRD 2.0

All’applicativo PRD 2.0 si accede dalla Intranet, seguendo il seguente percorso: Processi_ Assicurato Pensionato_ Debiti e trattenute_ PRD 2.0 (Pignoramenti a favore di soggetti giuridici).

La nuova procedura, al momento, può essere utilizzata esclusivamente per l’applicazione delle trattenute su pensioni della gestione privata e della gestione sport e spettacolo mentre, per i pignoramenti su pensioni della gestione pubblica, continueranno ad essere utilizzati i consueti applicativi.

Nel Messaggio, l’INPS fornisce istruzioni dettagliate in merito al flusso operativo, alla gestione del soggetto attraverso il codice fiscale, alle modalità di selezione del piano da attivare, all’acquisizione dei dati del debito e del piano di recupero, all’inserimento del codice fiscale del creditore beneficiario della trattenuta, alla predisposizione della rata di pensione al netto della quota pignorata e della quota da pagare al creditore beneficiario della trattenuta, alla gestione delle comunicazioni fra l’Istituto e le persone giuridiche beneficiarie, alla comunicazione dei dati del pignoramento alla Piattaforma fiscale, all’eliminazione della pensione e gestione dei riaccrediti, alla variazione, sospensione, cessazione, all’invio di quesiti e segnalazioni e ai profili IDM relativi all’applicativo PN499 – WA02577.