Quali sono i fattori che incidono sul prezzo della RC Auto

di Redazione PMI.it

scritto il

Per orientarsi nel mondo delle assicurazioni auto è importante conoscere gli elementi che determinano le tariffe delle polizze RCA: ecco quali sono.

Come varia il prezzo della RC Auto? Se lo chiedono fleet manager e automobilisti chiamati a stipulare l’assicurazione obbligatoria per ogni veicolo (anche se non circola su strada) contro possibili danni causati a terzi. Vediamo di rispondere in maniera sintetica ma esaustiva, per offrire un primo orientamento volto ad effettuare una scelta consapevole e soddisfacente.

Come funziona la polizza RC Auto

La polizza RCA (acronimo di Responsabilità Civile Auto) è il contratto stipulato tra l’assicurato e la compagnia di assicurazioni che, previo versamento di un premio assicurativo, si occupa di liquidare eventuali danni materiali e fisici causati involontariamente dal veicolo in caso di sinistri. Un documento di importanza fondamentale, dunque, tanto che senza una RC Auto valida non è possibile circolare. Proprio per questo, la scelta della polizza RCA non deve mai essere lasciata al caso, per quanto orientarsi tra le varie proposte possa a volta diventare un percorso in salita.

Quando si tratta di scegliere un prodotto assicurativo o finanziario, inoltre, è sempre importante verificare che la compagnia sia regolarmente iscritta nell’Albo ufficiale delle imprese assicurative per acquistare una polizza auto sicura, ad esempio consultando gli elenchi pubblicati dall’IVASS, l’Istituto per la Vigilanza delle Assicurazioni.

Cosa determina la tariffa RC Auto?

Considerato anche l’attuale momento storico, in cui l’aumento delle tariffe per la casa e l’inflazione riducono il potere di acquisto delle famiglie, è importante puntare al risparmio valutando in modo puntuale i fattori che incidono economicamente sulla polizza auto.

Sul portale di comparazione Facile.it, ad esempio, può essere effettuata una richiesta di preventivo assicurazione auto che permette di confrontare il costo della polizza. Il portale di comparazione mostrerà all’utente il premio assicurativo di più compagnie operanti in Italia, permettendo di verificare quanto sia il potenziale risparmio rispetto al contratto attualmente sottoscritto e di valutare l’offerta migliore del momento, non solamente in base al premio ma anche alle garanzie incluse nella polizza.

Il prezzo della RC Auto dipende infatti da diverse voci, che determinano il calcolo del premio che l’assicurato è tenuto a versare per ottenere la copertura assicurativa richiesta. Analizzando i parametri che incidono sul costo della polizza assicurativa, è possibile stilare una lista di fattori che vengono sempre presi in considerazione:

  • classe di merito;
  • regione di residenza;
  • età anagrafica dell’assicurato;
  • tipologia di vettura;
  • dotazioni del veicolo;
  • garanzie accessorie;
  • formula di guida.

Classe di merito e formula Bonus-Malus

L’ammontare del premio da pagare quando si stipula una polizza RC Auto dipende in primis dalla classe di merito dell’assicurato, calcolata sulla base del numero di sinistri che ha provocato in precedenza. Il meccanismo premiale si basa sulla formula Bonus-Malus, sistema assicurativo che permette ai guidatori più virtuosi di avanzare nella lista delle classi di merito, imponendo invece di retrocedere a coloro che hanno causato uno o più sinistri.

Le classi di merito sono 18 e ogni contraente viene associato a una categoria assicurativa specifica, partendo dalla quattordicesima per i neo-assicurati. Se aumenta il numero di sinistri provocati anche il premio da pagare subisce un incremento, mentre scalando le classi di merito grazie a una condotta impeccabile è possibile risparmiare notevolmente sul prezzo della polizza.

Prezzo della RC Auto e regione di residenza

Le tariffe delle polizze RC Auto variano anche in base alla regione di residenza, infatti alcune zone vengono ritenute maggiormente a rischio per quanto riguarda i sinistri stradali. Secondo il Bollettino Statistico IVASS dedicato all’andamento dei prezzi effettivi per la garanzia RC Auto nel quarto trimestre 2020, ad esempio, le disparità territoriali non mancano e il gap tra i premi versati in Campania e in Valle d’Aosta supera i 200 euro: le due regioni sono rispettivamente la più cara e la più economica di tutto il Paese.

Costo polizza auto in base all’età dell’assicurato

Per determinare il costo dell’assicurazione auto entra in gioco anche il fattore età. I neopatentati, vale a dire coloro che hanno la patente da meno di tre anni, vengono considerati meno esperti e maggiormente inclini a provocare sinistri stradali. Fino ai 25 o 26 anni, di solito, le compagnie assicurative applicano un costo aggiuntivo sulla polizza RC Auto, generando di conseguenza contratti basati su premi più onerosi.

Immatricolazione, cilindrata e alimentazione

Considerando le caratteristiche e la tipologia di vettura da assicurare, per determinare il costo finale della polizza RC Auto si prendono in considerazione alcuni aspetti: immatricolazione, cilindrata del motore, alimentazione.

  • Immatricolazione: un veicolo immatricolato recentemente viene considerato più sicuro e meno soggetto a rischi, pertanto il prezzo della polizza è minore rispetto a quello applicato a un’auto o un mezzo più datato.
  • Cilindrata: il calcolo del premio assicurativo da versare dipende dai cavalli fiscali, a loro volta legati al volume del propulsore della cilindrata del motore. Le vetture caratterizzate da una cilindrata più bassa, quindi, possono essere assicurate con polizze più economiche.
  • Alimentazione: se da un lato la polizza RC Auto è più cara per auto alimentate a benzina rispetto al diesel, dall’altro lato a godere delle maggiori agevolazioni sono le auto elettriche e ibride, mentre spesso l’alimentazione a metano o Gpl rappresenta un fattore penalizzante dal punto di vista assicurativo.

Dotazioni del veicolo

Un veicolo che vanta dotazioni innovative e tecnologiche viene considerato più sicuro, caratterizzato da un rischio di causare sinistri ridotto. Si parla nello specifico di ABS, Airbag, frenata automatica di emergenza ma anche di antifurto satellitare e scatola nera. Quest’ultima, in particolare, consente di registrare la dinamica di ogni sinistro permettendo di determinare le responsabilità in modo preciso. È un sistema sicuro e conveniente per risparmiare sull’assicurazione auto, contando su tariffe più convenienti e ottenendo maggiori garanzie in caso di furto grazie ai localizzatori satellitari GPS. Il risparmio si aggira tra il 10 e il 20% rispetto al costo della polizza standard.

RC Auto e garanzie accessorie

L’assicurazione RC Auto garantisce la copertura assicurativa in caso di danni causati a terzi, tuttavia chi la stipula può estendere le garanzie ottenendo maggiori tutele, ovviamente versando un prezzo maggiore. Le garanzie accessorie riguardano, ad esempio, la copertura per incendio e furto, per infortuni che coinvolgono il conducente, per atti vandalici subiti o per le conseguenze provocate da eventi atmosferici. Una delle garanzie opzionali maggiormente diffuse è la polizza cristalli, che può essere integrata alla RC Auto per coprire eventuali danni che compromettono l’integrità dei vetri del mezzo.

Costi RC Auto e formula di guida

Sul prezzo finale della polizza RC Auto incide infine la cosiddetta formula di guida, relativa al numero di conducenti che utilizzano il veicolo assicurato. Il rischio assicurativo, infatti, viene calcolato tenendo conto di tre tipologie di formule:

  • guida libera, quando il veicolo può essere guidato da qualsiasi soggetto che viene quindi coperto dall’assicurazione;
  • guida esperta, se il veicolo viene guidato solo da conducenti con età maggiore di 25 anni, che hanno già alle spalle un’esperienza di guida;
  • guida esclusiva, quando l’auto può essere guidata solo da un unico conducente.

Riducendo il numero dei guidatori si abbattono anche i rischi di causare sinistri, di conseguenza le due formule più economiche sono la guida esperta e la guida esclusiva.