Polizza abitazione: cos’è, come funziona e quanto costa

di Marta Pistello

scritto il

La polizza abitazione è uno strumento di tutela per la casa e l’intera famiglia, un investimento contro gli imprevisti da scegliere con cura: ecco come.

La polizza abitazione è uno strumento assicurativo che permette di tutelare uno dei beni più preziosi: la casa. Eventi imprevisti possono infatti provocare danni, anche ingenti, all’abitazione e ai beni al suo interno. Per questa ragione, un’assicurazione sulla casa è una tutela dell’intero nucleo familiare.

Scopriamo in dettaglio cos’è una polizza abitazione, come funziona e quanto costa.

Cos’è la polizza abitazione

La polizza abitazione è un tipo di assicurazione che tutela da eventuali danni, causati da eventi imprevisti, all’abitazione e ai beni presenti in essa. A seconda delle garanzie che l’assicurato sceglierà di sottoscrivere, l’abitazione potrà essere coperta ad esempio per danni provocati da agenti atmosferici, furto, incendio, eventi sismici e molte altre ancora. Infatti, le garanzie che possono essere sottoscritte in un’assicurazione abitativa sono molte e anche specifiche. Esistono tre tipi di polizza abitazione:

  1. Polizza globale fabbricati: generalmente è stipulata dall’amministratore di condominio e tutela fabbricati e condomini in cui sono presenti più proprietari.
  2. Multirischio: copre gli eventuali danni e prevede diversi tipi di garanzie.
  3. Catastrofi naturali: specifica nei casi di danni provocati da eventi atmosferici e naturali.

A cosa serve la polizza abitazione

Lo scopo principale di una polizza abitazione è quello di garantire una stabilità alla persona che la contrae anche nell’eventualità di eventi imprevisti e dannosi che possano provocare danni all’abitazione. È quindi uno strumento utile e d’aiuto per limitare i danni economici e le spese nel caso di danni alla propria abitazione, tutelandosi prima nel caso non si sia poi in grado di coprire danni il cui costo è di gran lunga maggiore del premio assicurativo. La logica è la medesima della polizza automobilistica, anche se in questo caso non è obbligatoria.

In passato, molte banche ne richiedevano la stipula a garanzia della concessione di un mutuo. In genere, le banche propongono di associare comunque una polizza incendio e scoppio ai finanziamento concesso. Oggi, tuttavia, per esplicito divieto di legge in relazione all’imposizione di un obbligo da parte degli istituti di credito erogatori, la complementarietà tra mutuo e CPI (Credit Protection Insurance) non è più una consuetudine.

Quali sono i rischi coperti dalla polizza abitazione

I rischi più comuni coperti dalla polizza sono i seguenti.

  • Incendio: questa copertura e ampia, sono previste diverse garanzie a seconda delle casistiche (ad esempio fulmine, scoppio, fenomeni elettrici, rottura tubature dell’acqua, etc) e può essere estesa agli eventuali danni di abitazioni vicine.
  • Furto: in questo caso, oltre coprire gli eventuali danni all’abitazione, la compagnia assicurativa rimborserà in denaro il valore dei beni sottratti; ovviamente sarà cura dell’assicurato comprovare l’evento e soprattutto che il reato sia stato denunciato alle forze dell’ordine.
  • Responsabilità civile: chiamata anche RC Capofamiglia, questa copertura va a coprire eventuali danni involontari compiuti dall’intero nucleo, inclusi animali domestici.
  • Tutela Legale: negli ultimi anni, si è diffusa questo tipo di copertura che prevede la copertura penale, andando a integrare quella amministrativa coperta dalla responsabilità civile.

RC Casa e Famiglia: come funziona

polizza abitazione

La polizza abitazione è personalizzabile a seconda delle garanzie scelte dall’assicurato: l’RC Casa può essere estesa diventando anche una Polizza Famiglia. Stipulato il contratto con un’agenzia assicurativa, e pagato il relativo premio, si avrà diritto a un indennizzo nel caso di eventi imprevisti e dannosi coperti dall’assicurazione. L’importante è seguire sempre le procedure individuate nel contratto, legate alle fasi precedenti alla perizia, così da non incorrere in possibili contestazioni da parte dell’assicurazione.

Cosa accade nel caso di danni

Se avviene un evento imprevisto, coperto dall’assicurazione abitativa sottoscritta e regolarmente pagata, l’assicurato dovrà presentare le prove dei danni. Prontamente, sarà opportuno fotografare gli eventuali danni all’abitazione e mantenerli visibili in quanto sarà cura della compagnia assicurativa inviare un perito per valutare l’ammontare del risarcimento. Sarà dunque cura dell’assicurato rivolgersi immediatamente alla compagnia assicurativa per denunciare e avviare le necessarie pratiche. In generale si tratta di un modulo da compilare con allegate le prove dei danni.

Il pagamento del rimborso avverrà successivamente alla visita del perito e all’invio di una proposta di liquidazione. Solo dopo l’accettazione da parte dell’assicurato della proposta, l’agenzia pagherà l’indennizzo.

Quali sono i costi

I costi di un’assicurazione abitativa dipendono interamente dal tipo di contratto stipulato e dalle garanzie. Solitamente, il pagamento del premio assicurativo sarà una somma di denaro da assolvere annualmente.

Alcune coperture possono alzare molto il prezzo del premio assicurativo, come ad esempio le spese consequenziali. Cioè quelle spese non direttamente collegate al danno subito, ma comunque conseguenti al danno (un esempio sono le spese del soggiorno albergo a seguito dell’inagibilità della casa dopo un incendio).

Chi paga la polizza abitativa? Come ogni contratto, ci sarà un contraente che stipulerà il contratto con una compagnia assicurativa e avrà come obbligo il pagamento del premio assicurativo. Tuttavia, può accadere che il contraente non coincida con l’assicurato e soprattutto che l’abitazione non sia la propria. Infatti, un caso specifico è l’assicurazione per casa in affitto, con la quale l’inquilino di una casa in locazione si può tutelare nell’eventualità di danni all’abitazione in caso di eventi imprevisti.

A chi conviene

In Italia, le assicurazioni abitative non sono obbligatorie, con le regole ed i casi particolari (sopra descritti) legati alla concessione da parte di una banca di un mutuo casa.

La convenienza di una polizza sulla casa risiede nel considerare che i danneggiamenti accidentali che possono presentarsi andranno a impattare economicamente sul nucleo familiare. Con un pagamento annuale o rateizzato in più mensilità, l’assicurato sarà più tranquillo in occasione di eventi imprevisti; l’importante è scegliere accuratamente le coperture e le garanzie da sottoscrivere.

Nella pratica, ad esempio, sottoscrivere una polizza che copre qualsiasi tipo di evento è una scelta poco lungimirante e anche dispendiosa. La scelta più equilibrata richiede pertanto di valutare attentamente le garanzie di copertura realmente utili in base alla gravità dell’evento e alla probabilità che possa verificarsi.

Vantaggi

polizza abitazione

La scelta di una polizza abitazione ha numerosi vantaggi, in particolare:

  • la può sottoscrivere chiunque;
  • tutela e mette in sicurezza nell’eventualità di danni economicamente ingenti;
  • è un’ancora di salvezza in occasione di eventi imprevisti;
  • può coprire l’intero nucleo familiare inclusi gli animali domestici;
  • può essere stipulata anche da inquilini in abitazione in affitto;
  • l’assicurazione sulla casa a protezione di eventi naturali, come ad esempio terremoti, alluvioni, uragani, è detraibile fiscalmente (fino al 19% IRPEF del premio pagato).

Svantaggi

Gli svantaggi di una polizza abitativa sono evidenti quando la polizza copre eccessivamente e inutilmente eventi disparati. Una polizza di questo tipo è una scelta antieconomica e svantaggiosa per l’assicurato, perché pagherà un premio troppo alto senza una reale necessità. Di conseguenza sarà utile concentrarsi sull’utilità della polizza per la propria situazione e abitazione, considerando attentamente quali garanzie saranno necessario stipulare e quali invece non considerare perché superflue.

In conclusione, è evidente come la polizza abitazione sia uno strumento di tutela per sé, per la propria abitazione e per l’intera famiglia. Soprattutto, permette di vivere la propria vita con serenità sapendo di avere una copertura in caso di eventi spiacevoli e imprevisti che potrebbero danneggiare economicamente. Per una disamina più approfondita delle formule disponibili e dei requisiti che deve vantare l’assicurazione a cui ci si rivolge, si può consultare il sito ANIA.