Tratto dallo speciale:

Sirmi: ICT italiano in crescita lenta

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Rilasciati da Sirmi i dati ICT sul primo trimestre 2008, che mostrano una crescita esigua, fortemente penalizzata da congiuntura economica e downpricing

Sono stati rilasciati da Sirmi i dati relativi al primo trimestre 2008, i quali mostrano una crescita lenta per il mercato ICT italiano, fortemente penalizzatao dalla congiuntura economica e dal downpricing.

Secondo Sirmi, nei primi tre mesi dell’anno il mercato nazionale è salito del +2,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, pari a 16,4 milioni di euro. Nel 2007 l’incremento aveva raggiunto il 3%.

Isolando il solo mercato IT, la situazione migliora e si raggiunge il 3,1% per un valore di 5,9 miliardi di euro. Meno rosea la situazione del comparto TLC, con un incremento dell’1,5% (10,4 miliardi).

Relativamente al mercato hardware si registra un +3,8% per 2,332 miliardi e una diminuzione dei margini per i canali di vendita. Mentre il software, con un +3,4% supera il miliardo di euro, per quanto abbiano rallentato i servizi di gestione, e in particolare sul mercato dell’Outsourcing.

In stallo il quadro di riferimento dei soli pc, con un incremento esiguo dello +0,6% e 1,026 miliardi di euro (ben +9,9% lo scorso anno).

Sul mercato business, i segni sembrano positivi, con un +7,8% in termini di valore, e un +20,4% in volumi, nell’area Sistemi, Workstation e PC Server, questi ultimi con un +21,3% nei volumi e un +13% nel valore. Male invece i Sistemi Unix con un -0,4% in termini di volumi. Lo storage, infine, chiude il trimestre con circa 100 milioni di euro e una crescita dell’1,7% rispetto all’anno precedente.

I Video di PMI

Servizi online della PA: credenziali di accesso