Tratto dallo speciale:

Investimenti agevolati e Conferenza Tunisia 2020: focus a SMAU con FIPA Tunisia

di Redazione PMI.it

scritto il

L’Agenzia FIPA Tunisia presenta a SMAU le nuove opportunità di internazionalizzazione per le PMI, grazie al nuovo Codice sugli Investimenti ed alla Conferenza - Tunisia 2020.

FIPA Tunisia (Foreign Investment Promotion Agency) è l’agenzia pubblica che offre assistenza gratuita e qualificata per investire in attività produttive e servizi localizzati in Tunisia. Certificata ISO 9001 – 2008, con i suoi numerosi uffici di rappresentanza offre supporto diretto agli investitori. A Milano, ad esempio, ha sede la filiale di riferimento per le aziende di Italia e Svizzera. FIPA fornisce alle imprese le informazioni necessarie (regioni d’insediamento, formule d’investimento, strumenti di finanziamento, ecc.) prima di effettuare investimenti diretti in Tunisia. Successivamente, offre assistenza per la realizzazione del progetto, organizzando missioni imprenditoriali e visite di prospezione in loco. Gli investitori possono infine contare sul supporto costante alle società insediate in Tunisia.

Perché la Tunisia

La Tunisia è oggi considerata un sito privilegiato per gli investimenti produttivi, sotto molteplici punti di vista: vicinanza geografica e culturale con l’Europa; mano d’opera qualificata ed economica; bilinguismo (francese e inglese); infrastruttura IT all’avanguardia; disponibilità di spazi e insediamenti per l’ICT; agevolazioni e incentivi fiscali, quadro normativo moderno (tutela privacy  e proprietà intellettuale) e favorevole al business (libertà d’investimento, burocrazia semplificata ); un mercato dinamico e scelto da numerose multinazionali.

Incentivi fiscali all’Offshoring

Aprire una società offshore in Tunisia conviene; nessuna doppia imposizione e fiscalità vantaggiosa, in particolare grazie a: esonero IVA e diritti di dogana per le società esclusivamente esportatrici; IVA agevolata al 10% sugli utili per le società esclusivamente; assunzione rapida di lavoratori esteri (fino a 4) per le società esclusivamente esportatrici tramite semplice dichiarazione; defiscalizzazione fino a 2 anni per ogni nuova assunzione (diplomati di scuola superiore); decontribuzione integrale per i primi 2 anni (e in forma progressiva per i successivi 5) per ogni nuovo assunto (diplomato di scuola superiore) alla sua prima esperienza di lavoro in settori a forte valore aggiunto; formazione professionale a carico totale o parziale dello Stato.

FIPA Tunisia a SMAU

In occasione di SMAU Milano, la Rappresentanza in Italia di FIPA Tunisia terrà il Workshop settoriale dal titolo Il settore dell’Offshoring nel quadro della nuova legge sugli investimenti in Tunisia” in programma il 26 Ottobre 2016 alle ore 15:00 presso l’Arena SMAU International.

Avviare un progetto di internazionalizzazione in Tunisia implica infatti l’attuazione di metodologie complesse, una pianificazione su misura delle attività e la conoscenza approfondita del mercato scelto. L’obiettivo del Workshop, in particolare, è quello di presentare le caratteristiche della Tunisia in quanto destinazione privilegiata di produzione IT e i trend dell’outsourcing nel paese. Offshoring e ICT sono infatti ambiti di sviluppo economico prioritari per la Tunisia, con importanti prospettive di crescita e significative potenzialità di investimento.

Programma del Workshop

  • Introduzione: la Tunisia e lo scenario di business
  • Offshoring e ICT in Tunisia: punti forti della Tunisia come piattaforma privilegiata IT, caratteristiche del mercato e tessuto industriale tunisino
  • Investimenti: linee guida sulla nuova legge in materia, in vigore in Tunisia da gennaio 2017
  • Tunisia 2020: presentazione della Conferenza Internazionale sugli Investimenti
  • Success Story: un caso di successo di una società italiana che ha internazionalizzato in Tunisia

Il nuovo Codice degli Investimenti

Durante il Workshop ampio spazio sarà dedicato all’analisi della nuova Legge sugli Investimenti da poco approvata dal Governo Tunisino, che entrerà in vigore nel Gennaio 2017. Il nuovo Codice mira a definire il quadro normativo più favorevole per gli investitori grazie a: snellimento del numero degli articoli, passati da 75 a 25; ridotto numero dei decreti d’applicazione, passati da 33 a 3, di attuazione immediata. Inoltre vengono garantite la protezione della proprietà intellettuale, l’introduzione di due nuovi sistemi di regolamentazione dei contenziosi (conciliazione e arbitraggio), garantendo l’adeguamento del sistema normativo agli standard internazionali.  L’altra grande novità è la creazione di un ente di riferimento: l’Istanza Tunisina dell’Investimento. Interlocutore unico, garantirà feedback rapidi per tutte le procedure e la massima tracciabilità dello stato di avanzamento dei progetti.

Per quanto riguarda gli incentivi fiscali per l’esportazione e l’offshore, ecco le principali novità introdotte:

  • Esenzione fiscale fino a 10 anni per alcuni tipi di investimenti
  • Imposta fiscale del 10 % per l’export
  • Assunzione di competenze estere fino al 30% di quadri in 3 anni
  • Incentivi finanziari fino ad 1/3 del costo del progetto
  • Esenzione contributi sociali e padronali per alcuni tipi di investimenti fino a 10 anni

Il Codice si propone di aumentare l’attrattività economica della Tunisia rimuovendo gli ostacoli amministrativi per gli investitori, semplificando le procedure, accelerando i tempi dell’investimento, creando velocemente posti di lavoro e gettando le basi per una maggiore coesione sociale. L’altro obiettivo è quello di facilitare l’accesso al mercato e creare concorrenza così da favorire una riduzione dei prezzi.

Tra le misure più interessanti del nuovo Codice spicca la possibilità per l’investitore di trasferire all’estero i propri capitali in valuta estera nel rispetto delle procedure di autorizzazione della Banca Centrale di Tunisia (BCT). Incentivi e premi di investimento sono poi previsti per la realizzazione di progetti che creano valore aggiunto, occupazione, sviluppo regionale e sostenibile. I progetti di interesse nazionale (per dimensioni dell’investimento o numero di nuovi posti di lavoro) godranno infine di deduzioni fiscali per dieci anni con un premio pari a un terzo dei costi dell’investimento.

La Conferenza Internazionale sugli Investimenti – Tunisia 2020

Durante il Workshop verrà presentata la Conferenza Internazionale sugli Investimenti Tunisia 2020: Road to Inclusion, Sustainability and Efficiency in programma il 29 e 30 novembre 2016 presso l’Hotel Le Palace a Gammarth, a Tunisi. Organizzato e promosso dal Governo Tunisino, l’evento vedrà la presenza delle principali istituzioni economiche internazionali ed ospiterà oltre 1.000 partecipanti provenienti da 70 paesi, ha in agenda 50 interventi e la presentazione di un centinaio di progetti di partenariato pubblici e privati e PPP in Tunisia. A corredo dell’evento è stato organizzato un RoadShow internazionale (Washington, Londra, Parigi, Bruxelles, Francoforte…), che fa tappa a Milano il 20 Ottobre 2016 (Palazzo delle Stelline, in corso Magenta) alla presenza di alte cariche istituzionali, quali il Ministro Tunisino dello Sviluppo, dell’Investimento e della Cooperazione Internazionale.

L’evento Tunisia 2020 riunisce responsabili delle politiche internazionali, investitori e partner della Tunisia, ponendosi come obiettivi:

  • Presentare alla comunità internazionale il Piano 2016-2020 per lo sviluppo, gli obiettivi, le scelte politiche, l’equilibrio e la necessità di finanziamento globali;
  • Esporre il programma di riforme del governo tunisino per accelerare l’aggiornamento della pubblica amministrazione, delle grandi opere pubbliche e migliorare l’attrattività della Tunisia per gli operatori privati;
  • Mobilitare fondi per lo sviluppo di importanti progetti infrastrutturali, in particolare attraverso partenariati pubblico-privato (PPP);
  • Aiutare gli investitori privati a identificare i settori ad alto potenziale in ogni regione del paese;

Il Piano 2016–2020 per lo sviluppo

Il Piano quinquennale varato nel 2016, che punta a una crescita annua del 4% a partire dal 2020, è un vero e proprio progetto sociale, che riguarda tutto il paese e si propone di realizzare una nuova visione di sviluppo economico e sociale basato su risorse umane altamente qualificate e infrastrutture di prima classe. Per raggiungere gli obiettivi dal piano, il governo si impegna a portare avanti molteplici riforme strutturali per garantire maggiore efficienza e promuovere gli investimenti privati.

Investire nei settori portanti

Alle porte dell’Africa e dell’Europa, la Tunisia occupa una posizione privilegiata di prossimità geografica alle vie marittime e aeree più frequentate. Ha firmato molteplici accordi con paesi arabi e africani, così come con l’Unione Europea (Accordo di Libero Scambio) fin dal 1995. La crescita costante degli scambi commerciali ha permesso al paese di sviluppare un tessuto industriale e servizi di qualità.

TUNISIA 2020 si basa su progetti emblematici per rafforzare gli investimenti nazionali ed internazionali nell’economia tunisina. Il piano mira a mobilitare 60 miliardi di dollari di investimenti durante i prossimi 5 anni, di cui il 40% di questi progetti sono portati dallo Stato e dalle imprese pubbliche, e comprende più di 100 progetti, la cui realizzazione fa appello a modi di finanziamento innovativi, in particolare la partnership pubblico-privata (PPP).

Per maggiori informazioni sulla registrazione, la partecipazione ed il programma della Conferenza, visitare il sito ufficiale della manifestazione “Tunisia 2020”.

Al termine del Workshop, i relatori, Dr. Zied Lahbib e Dr.ssa Thouraya Khayati (/Rappresentanza di Fipa Tunisia a Milano), presso lo stand dell’agenzia al Padiglione 4 – Stand E 67, risponderanno alle domande fornendo consigli e consulenza per le attività e i progetti di investimento in Tunisia. Ulteriori aggiornamenti sulla pagina Facebook di FIPA Tunisia – Rappresentanza in Italia.

Per un contatto diretto e informazioni per partecipare al Roadshow di Milano del 20 Ottobre: ufficio di Milano (Via Maurizio Gonzaga, 5), Tel 02/809297 (fax 02/809353) ed email fipa.milan@investintunisia.it (sito web: www.investintunisia.tn).