Boom di startup online

di Teresa Barone

scritto il

Fotografia delle startup innovative avviate con procedura online: Milano e Roma guidano la classifica delle province più attive.

Ammontano a 1.381 le startup innovative costituite utilizzando la nuova procedura semplificata digitale entro il 31 marzo 2018, iter gratuito che consente la costituzione con firma digitale della nuova imprese e che rappresenta un notevole risparmio di costi e tempo per le attività nascenti. Sono dati resi noti dal settimo rapporto trimestrale stilato dal Mise insieme e Uniocamere e Infocamere, un report che sottolinea un costante trend di crescita delle iscrizioni nella sezione speciale con la nuova modalità tanto che marzo 2018 rappresenta il mese in cui si è registrato il numero più elevato di registrazioni dall’avvio della misura semplificativa.

Regioni e Province

Il report analizza i dati territoriali evidenziando come la Lombardia sia la prima regione per numero di nuove start-up che hanno utilizzato la modalità digitale (364), seguita dal Veneto (178) e dal Lazio (158). A livello provinciale, Milano è la zona più fertile per la creazione di start-up innovative attraverso la nuova modalità e sono 233 le imprese avviate online. A seguire compare Roma con 142 imprese, poi Padova, Verona e Bergamo rispettivamente con 59, 39 e 37 nuove imprese nate in modalità digitale.

Nel complesso, sono state costituite start-up innovative online in 99 province (3 in più rispetto alla scorsa rilevazione). Alcune, anche di grandi dimensioni, risultano però sottorappresentate: si vedano i casi di Torino, terza provincia in Italia per popolazione di startup innovative (322) ma con solo 16 imprese create online, nonché di Napoli (quarta in Italia) e Modena (nona), che contano rispettivamente solo 15 e 7 costituzioni online.