Tratto dallo speciale:

Pensione futura: da maggio a casa il calcolo INPS

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Pensioni: arriverà a maggio la busta arancione contenente la previsione della pensione futura anche sulla base delle regole imposte dalla Riforma delle Pensioni Fornero.

Arriverà a maggio la tanto attesa busta arancione, il sistema con il quale l’INPS fornirà una simulazione della pensione futura sulla base delle regole imposte dall’ultima Riforma delle Pensioni, di quanto versato finora, della retribuzione attesa e della data presunta di ritiro dal lavoro.

=> Pensione anticipata e reddito minimo: il piano INPS

La novità riguarda 10 milioni di italiani, si tratta di un sistema di calcolo del quale si parla ormai da molti anni e che permetterà ai lavoratori di ottenere una proiezione della propria pensione fornendo risposte a domande quali quando si potrà andare in pensione e a quanto ammonterà l’assegno mensile. Ad annunciare la nuova tabella di marcia per la busta arancione, ribattezzata “La tua pensione” è stato il presidente dell’INPS, Tito Boeri, a margine di un convegno sul lavoro organizzato da Confapi industria a Milano.

 => I nuovi requisiti per la pensione dal 2016

L’obiettivo è di rendere più trasparente la situazione previdenziale dei lavoratori, come preannunciato dallo stesso Boeri in fase di insediamento. Secondo le previsioni, una parte dei futuri pensionati potranno avere accesso alle proprie informazioni previdenziali attraverso il codice PIN dell’Istituto, mentre 2,8 milioni di lavoratori, ovvero coloro che sono sprovvisti del codice di accesso e/o non hanno la possibilità di utilizzarlo, le riceveranno a casa.

=> PIN dispositivo: Modulo di richiesta INPS

In occasione dell’insediamento alla presidenza INPS, Boeri aveva dichiarato:

«A coloro che ci affidano i risparmi di una vita intera, dobbiamo apparire come un grande salvadanaio che non c’è bisogno di rompere per vederne il contenuto, insomma un salvadanaio… Di vetro. Basterà scrutarlo, consultare il nostro sito per sapere quanto c’è dentro e quanto questo risparmio è presumibilmente destinato a fruttare quando ci si ritirerà dalla vita attiva».

I Video di PMI