Pmi: investimenti IT solo dal 2011

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Le piccole e medie imprese torneranno a investire in nuove tecnologie solo a partire dal prossimo anno secondo le stime IDC, corrette al ribasso visti i perduranti effetti della crisi

La misura in cui le piccole e medie imprese sono state colpite dalla crisi è data dalle stime degli analisti, ancora oggi sistematicamente riviste al ribasso per quanto concerne la ripresa degli investimenti in tecnologie dell’informazione (IT). Secondo le previsioni di spesa avanzate da IDC, le Pmi torneranno ai livelli pre-recessione (con una crescita del +5,5%) non prima dei prossimi anni.

La crisi ha avuto sulle Pmi di tutto il mondo un impatto devastante, secondo il vice presidente della divisione Pmi di IDC Ray Boggs, rendendole più caute sugli investimenti nel settore IT.

La ripresa vera avverrà verso il 2014, quando le Pmi porteranno i propri investimenti in IT complessivamente a quota 629,3 miliardi dollari e, nonostante nel 2010 si preveda un aumento di spesa di 17,4 miliardi di dollari, i livelli di spesa non torneranno come quelli pre-crisi prima del 2011.

Questo andamento riguarderà tutte le categorie (Hardware, Software e Servizi) ma per PC e periferiche è prevista una ripresa più immediata, seguite dai Software, mentre per lo Storage la spesa avrà una ripresa più lenta.