E-commerce: sempre più imprese rosa

di Noemi Ricci

scritto il

Da una ricerca commissionata da Oxatis, emerge il nuovo profilo dell' e-commerciante: 45 anni e conoscenze informatiche nella media. Inoltre, sono in aumento le attività gestite da donne

Cambia il profilo dell’imprenditore sul Web, soprattutto se si dedica al commercio elettronico: secondo una recente ricerca commissionata da Oxatis – specializzata in soluzioni di e-commerce per microimprese – ed effettuata in collaborazione con EBP Informatique, tra i settori più in evoluzione spicca proprio il mondo delle attività di compra-vendita su Internet.

Secondo lo studio, questo business starebbe divenendo sempre più un affare alla portata di tutti. Ad esempio, non più solo per giovani esperti di informatica ed esclusivamente di sesso maschile ma anche ultra quarantenni in cerca di nuove opportunità e che, cogliendo le potenzialità del commercio elettronico, decidono di intraprendere questa strada aprendo un negozio virtuale.

Non solo, dalle ricerche effettuate un terzo degli operatori è risultato essere di sesso femminile: l’e-commerce consente infatti alle donne di conciliare vita professionale e familiare.

L’età media rilevata si aggira intorno ai 45 anni. Sono 2/3 infatti gli e-commercianti con più di 40 anni (il 15% supera i 50). L’85% dichiara inoltre di non possedere particolari abilità informatiche anche se hanno creato il proprio sito da soli (il 70% senza grandi difficoltà). Il 25% ha fatto ricorso al supporto dei CEI (Centri Esperti Internet) messi a disposizione da Oxatis.

Lo studio ha rilevato infine che, grazie alla maggiore capacità di apertura dell’e-commerce, rispetto al commercio tradizionale, nel 2007 il 38% dei commercianti online ha incrementato il fatturato di oltre il 10%.

Ricordiamo che i dati dello studio sono stati raccolti mediante l’analisi di metà dei 4000 “e-commercianti” che usufruiscono del software di gestione per piccole e medie imprese integrato nella piattaforma Oxatis.