Start-up e Venture Capital di scena al TechGarage

di Noemi Ricci

scritto il

Ampio successo per la prima edizione del TechGarage, vetrina strategica per le imprese start-up e la nuova generazione di imprenditori innovativi, in cerca di finanziamento

Si è tenuta venerdì a Roma la
prima edizione
dell’evento dedicato al Nenture Capital e al networking imprenditoriale, nato per dare visibilità ad una nuova generazione di imprenditori “innovativi” e per incentivare gli investitori a supportare le aziende italiane in fase di start-up.

TechGarage è stato organizzato dall’Università LUISS Guido Carli e da dpixel, società di gestione di fondi di Seed Capital.
L’evento ha visto la partecipazione di start-up, imprenditori, sviluppatori, blogger, appassionati di tecnologia, professionisti dell’innovazione, seed e venture capitalist.

Il filo conduttore dell’evento è stato favorire l’innovazione tecnologica come propulsore della crescita. Durante l’incontro sono stati affrontati temi caldi per lo start-up, la progettualità di nuovi business, l’investimento di fondi seed e venture.

Tre i cardini guida dell’iniziativa:

  • promuovere l’Italia nel panorama tecnologico europeo, valorizzando i talenti imprenditoriali che spesso si trovano costretti ad emigrare all’estero;
  • valorizzare le imprese italiane impegnate nei mercati dei nuovi media e di internet, creando un contesto attrattivo per i talenti internazionali;
  • mettere in contatto il mondo dell’impresa e delle start-up 2.0 con investitori, business angel, venture capital, programmatori, sviluppatori, blogger, ma anche ricercatori, accademici, esperti e giornalisti professionisti agevolando lo scambio di competenze.

Nella tavola rotonda che ha aperto i lavori, si è discusso delle strategie volte ad affrontare la wave 2.0 e delle nuove opportunità che questa mette a disposizione.

Quindi, imprenditori e venture hanno avuto la possibilità di confrontarsi sui modelli di Web 2.0, e di illustrare il proprio modo di analizzare e valutare un’idea, un business model e un business plan.

Nel modulo Elevator Pitch, otto start-up (già protagoniste di investimenti di tipo “seed” o che hanno avviato una web company e in cerca di finanziamenti per lo sviluppo – hanno raccontato in pochi minuti i loro progetti e rispondendo alle domande del pubblico.

Infine, lo stand Seed Match ha rappresentato un nuovo modo di approcciare e interagire con le diverse realtà presenti, dando la possibilità di incontrare gli imprenditori, chiedere informazioni e discutere direttamente con i protagonisti dei propri progetti.