CBI2 e fattura elettronica: novità per le Pmi

di Noemi Ricci

scritto il

Sta facendo il giro delle principali città italiane il Roadshow CBI 2 e Fattura Elettronica, per informare le Pmi sulle potenzialità del CBI 2 e dei nuovi servizi che le banche possono offrire

In un mercato in continua evoluzione e sempre più competitivo le imprese hanno più che mai la necessità di gestire in maniera integrata la propria catena commerciale-finanziaria: i nuovi servizi del CBI 2 (Corporate Banking interbancario) sono degli strumenti in grado di supportare le aziende nell’ottimizzazione di risorse e processi interni all’organizzazione stessa, includendo anche servizi di gestione documentale (fattura elettronica).

Per fare un punto sulle potenzialità del CBI 2 e sui nuovi servizi telematici che le banche italiane possono offrire al mercato, l’ACBI (Associazione per il Corporate Banking Interbancario) in collaborazione con Confapi (Confederazione italiana della piccola e media industria) ha organizzato il Roadshow CBI 2 e Fattura Elettronica 2008.

Dieci in tutto le tappe in programma: la più recente oggi a Bologna, la prossima il 13 Maggio a Napoli.

L’obiettivo è quello di animare un confronto tra banche e imprese, per informare le piccole e medie aziende locali sulle importanti novità offerte dalle diverse banche con cui hanno un rapporto di conto corrente.

In Italia la regione con più imprese collegate al CB2 è la Lombardia (27%), seguita da Emilia Romagna (14,4%) e Veneto (13,5%).

Le imprese italiane, regione per regione, possono così contare su un network interbancario evoluto che offre supporto per disposizioni di incasso e pagamento, trasporto della fattura elettronica e firma digitale. Un notevole vantaggio in termini di convenienza, efficienza, sicurezza e risparmio.