Tratto dallo speciale:

ICT e Design, complementari per l’innovazione

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Al convegno "ICT e Design come leve per l'innovazione", analizzati gli aspetti competitivi dell'utilizzo delle nuove tecnologie associate al design, valorizzando i casi di successo

Si è tenuto nella giornata di ieri 8 aprile 2008, presso il Politecnico di Milano, il convegno “ICT e Design come leve per l’innovazione”.

Ogetto d’analisi, la valutazione e il dibattito sull’innovazione ottenibile mediante il binomio Design e ICT.

La continua evoluzione dei prodotti e dei servizi è infatti necessaria per rimanere sempre competitivi sul mercato e riuscire ad emergere sfruttando tutte le migliori opportunità di business.

Da una parte, quindi, l’ICT permette di ridurre i costi e migliorare le performance, mentre dall’altra il Design offre un valore aggiunto al consumatore che apprezza il prodotto anche a livello estetico.

Per questa ragione, le aziende dovrebbero coniugare i due aspetti nell’ambito dei progetti di produzione e valorizzarne gli aspetti complementari.

L’incontro, organizzato da CEFRIEL, PoliDesign e School of Management del Politecnico, ha permesso di evidenziare i casi di successo in cui il Design e l’ICT hanno fornito consistenti vantaggi competitivi.

Le discussioni hanno mirato alle definizione delle best practice aziendali per cogliere al meglio le opportunità offerte da queste due componenti.

Il convegno è stato anche l’occasione per il lancio ufficiale dell’Osservatorio ICT e Design, che porterà avanti azioni di monitoraggio e promozione dell’innovazione, dell’ICT e del design a sostegno delle imprese manifatturieri e di servizi a valore aggiunto.