La lista della spesa per l’IT nel 2008

di Paolo Iasevoli

scritto il

Il prossimo anno le imprese investiranno in IT l'8% in più rispetto al 2007: lo stabilisce l'ultima ricerca di Forrester, che stila la lista della spesa informatica

La spesa per gli asset tecnologici dell’impresa continua a crescere, e il 2008 segnerà un +8% rispetto al 2007.

Secondo Forrester Research, che ha pubblicato oggi il suo studio, le imprese stanno entrando in una nuova fase, che incornicia un rapporto più maturo con la tecnologia. La società di ricerche ha individuato infatti due periodi distinti, il “tech digestion” e l'”innovation growth”, che caratterizzerà il prossimo anno.

Durante la prima fase, in atto da circa 7 anni, le aziende sono maggiormente attente agli aspetti economici, e considerano i loro investimenti in IT in termini di budget e ROI. Gli obiettivi sono quelli di razionalizzare l’infrastruttura e automatizzare i processi.

Il 2008 segnerà invece il passaggio alla fase di “innovation growth” che, secondo le previsioni, durerà circa 5 anni. A guidare la spesa in IT sarà sempre di più la funzionalità delle soluzioni adottate: le imprese più mature si focalizzeranno sui vantaggi che la tecnologia può offrire al proprio business. La produttività diventa dunque più importante dei prezzi.

Le aree in forte ascesa si riconfermano la sicurezza, lo storage e l’ammodernamento dell’infrastruttura, che hanno visto triplicare gli investimenti dal 2000 ad oggi. Nel 2008 cresceranno anche i software (+10%), spinti soprattutto dalle applicazioni per la virtualizzazione, e gli strumenti per la comunicazione (+6%).

Meno netto risulta invece l’incremento degli investimenti per i computer (+4%), mentre i servizi IT compiranno un balzo dell’8% rispetto al 2007.