Tratto dallo speciale:

Professionisti e collaboratori: chi trova lavoro

di Noemi Ricci

scritto il

Osservatorio INPS Lavoratori Parasubordinati, professionisti e collaboratori: ecco l'identikit del contribuente in Gestione Separata con le maggiori opportunità di lavoro.

Online gli ultimi dati dell’Osservatorio sui Lavoratori Parasubordinati scritti alla Gestione Separata INPS (art.2, comma 26, legge n.335/1995) con almeno un versamento contributivo per lavoro parasubordinato accreditato nell’anno, distinguendo i contribuenti tra professionisti e collaboratori.

=> Assunzioni: boom indeterminato e voucher lavoro

Figure più attive

Dai dati si evince il protrarsi della flessione del numero degli iscritti alla Gestione Separata: nel 2015 hanno versato almeno un contributo 1.428.283 lavoratori, contro i 1.523.490 dell’anno prima (-6,2%). A diminuire sono stati soprattutto i collaboratori (-7,9%) contro una semi-stabilità dei professionisti (+0,1%), frutto di un aumento delle professioniste donne (+2,1%) e di una diminuzione dei professionisti uomini (-1,2%).

In generale la media annua del numero dei contribuenti fa registrare un calo del -7,2% pari a 834.218 nel 2105, contro 898.696 nel 2014. Ma anche in questo aspetto si registrano differenze tra collaboratori e professionisti: i giovani collaboratori al di sotto dei 29 anni sono calati del -16,9%, mentre fra i professionisti questa fascia di età fa registrare il maggior aumento (+0,5%).

A livello regionale si registra un calo in tutte le aree geografiche, tranne che al nord dove si registra per i soli professionisti un aumento del +1,1%. A contare il maggior numero di collaboratori è la Lombardia, 244.596, qui sono anche più alti i redditi medi annui (26.304 euro).

Settori più attivi

Il maggior numero di collaboratori (503.250) è impegnato come amministratore, sindaco di società o occupazioni similari, che hanno anche il reddito medio annuo più alto, pari a 32.114 euro. A seguire, per numerosità, i collaboratori a progetto (379.229) con un reddito medio annuo di 10.252 euro. Tra i redditi medi annui più alti ci sono i medici in formazione specialistica (con 16.773 euro) peraltro, segnala l’INPS, l’unico caso in cui il reddito medio annuo delle donne è più alto di quello degli uomini (16.912 euro contro 16.545).

Collaboratori Professionisti

 Fonte: INPS.

I Video di PMI

Calcolo contributi pensione per dipendenti