Tratto dallo speciale:

Reddito di Cittadinanza novembre: pagamento, importi e saldo

di Noemi Ricci

Dopo i ritardi di ottobre, ecco le date di pagamento del Reddito di Cittadinanza a novembre 2022, in attesa di possibili riforme di Governo dal 2023.

Dopo i ritardi di ottobre, il pagamento del Reddito di Cittadinanza non dovrebbe subire ulteriori slittamenti per il mese di novembre 2022, rispettando le consuete date in calendario per gli accrediti e le ricariche delle card RdC e PdC.

Quando arriva il primo pagamento RdC a novembre 2022?

Secondo quanto previsto dal calendario dei pagamenti di RdC e PdC, i nuovi beneficiari della Pensione o del Reddito di Cittadinanza (o in caso di rinnovo) riceveranno il primo accredito intorno al 15 novembre.

Ricordiamo che il rinnovo del Reddito di Cittadinanza deve essere richiesto, al sussistere dei requisiti previsti, al termine dei 18 mesi di fruizione: prima del nuovo accredito, è previsto un mese di pausa, utile all’INPS per effettuare le dovute verifiche. Diversamente, la Pensione di Cittadinanza, sempre in caso di sussistenza dei requisiti, si rinnova automaticamente.

Quando arriva la ricarica della card PdC e RdC a novembre?

Chi ha già ricevuto almeno una mensilità di Reddito o Pensione di Cittadinanza, riceverà la ricarica entro il 27 novembre.

Sì. Anche per i percettori di RdC e PdC è previsto l’accredito Bonus 150 euro previsto dal Decreto Aiuti ter (Decreto Legge n. 144/20220), come sostegno al caro vita. L’indennità di 150 euro verrà accreditata a novembre, una tantum, ma solo una volta per nucleo familiare (articolo 19 decreto “Aiuti ter”). Ciò significa che se un altro componente ne ha già diritto, perché rientra in altra categoria beneficiaria, l’indennità non verrà erogata al percettore di RdC o PdC.

=> Pagamenti INPS di novembre 2022: misure in calendario

Perché non arriva il Reddito di Cittadinanza?

Il mancato accredito del sussidio può dipendere da diversi fattori:

  • domanda di accesso al sussidio inoltrata a novembre (la prima ricarica della card arriverà a dicembre);
  • scadenza delle 18 mensilità (la successiva ricarica avverrà dopo un mese di pausa);
  • inoltro domanda di rinnovo RdC a ottobre: novembre rappresenta il mese di sospensione del pagamento, necessario all’INPS per valutare la nuova domanda e la sussistenza dei requisiti, prima di riconoscere nuovamente il beneficio;
  • sospensione per superamento requisiti reddituali, discordanza del modello ISEE 2022 o mancato aggiornamento entro due mesi dalla variazione;
  • decadenza del beneficio per aver rifiutato per 2 volte un’offerta di lavoro congrua.

Come verificare stato RdC e ricarica card?

Per verificare lo stato della domanda del Reddito di Cittadinanza e il pagamento, è possibile:

  • contattare il patronato, per controllare lo stato dell’istanza;
  • accedere al sito dedicato Redditodicittadinanza.gov.it, o al servizio online INPS sul Reddito di Cittadinanza, con credenziali personali.

In caso di accoglimento della domanda, nella sezione sulla consultazione del sussidio, l’INPS fornisce indicazioni in merito a:

  • la lavorazione mensile del Reddito di Cittadinanza (se è positiva si vedranno dei pollici verdi verso l’alto);
  • la data di disposizione di pagamento da parte dell’INPS alle Poste;
  • l’importo del Reddito di Cittadinanza.

Cosa cambia per l’RdC con il Governo Meloni?

Sul Reddito di Cittadinanza, il Governo Meloni mira a limitare la platea dei beneficiari alle persone che non possono lavorare. Ad ogni modo, eventuali prossimi provvedimenti non dovrebbero entrare in vigore prima del 2023. Quindi per novembre e dicembre 2022 i percettori di RdC e PdC non devono attendersi novità.