Tratto dallo speciale:

Bonus RdC per imprenditorialità: al via la domanda INPS

di Redazione PMI.it

scritto il

Contributo addizionale fino a 4680 euro a titolari di Reddito di Cittadinanza per l’autoimprenditorialità: modello e istruzioni INPS per le domande.

Al via le domande del bonus aggiuntivo per i titolari del Reddito di Cittadinanza (RdC) che vogliono avviare un’attività (attività lavorativa autonoma, impresa individuale o società cooperativa) entro i primi dodici mesi di fruizione: fino a 6 mensilità in più, di importo massimo pari a 780 euro mensili, fruibili in un unica soluzione (per un ammontare complessivo fino ad un massimo di 4680 euro), destinati ad attività di autoimprenditorialità. Il via libera arriva con il Messaggio INPS n.3212 del 24 settembre, che fornisce le istruzioni per inoltrare la domanda di contributo addizionale, previsto dal DL 4/2019 (articolo 8, comma 4), convertito nella Legge 26/2019.

Come fare domanda di bonus aggiuntivo RdC

Leodalità di richiesta e di erogazione del beneficio addizionale, erano state già fornite con il decreto ministeriale pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 115 del 15 maggio 2021 (Allegato n. 1). In attesa di un’apposita circolare con la disciplina di dettaglio, è possibile presentare domanda previa compilazione del nuovo schema di modello telematico “RdC-Com Esteso”, tramite:

  • sito INPS (www.inps.it) con PIN (valido fino al 30 settembre 2021), SPID, CNS (arta Nazionale dei Servizi) e CIE (Carta di Identità Elettronica);
  • Istituti di patronato (di cui alla Legge 152/2001);
  • Centri di assistenza fiscale (CAF, di cui all’articolo 32 del dlgs 241/1997).

=> RdC, sei mensilità in più per avvio attività

Requisiti per il bonus RdC auto-impiego

Possono fare domanda di beneficio addizionale i soggetti che si trovino congiuntamente nelle seguenti condizioni:

  • facenti parte di un nucleo familiare beneficiario di una prestazione di Rdc in corso di erogazione (art. 1, comma 1, lett. a);
  • abbiano avviato, entro i primi dodici mesi di fruizione del Rdc, un’attività lavorativa autonoma o di impresa individuale o sottoscritto una quota di capitale sociale di una cooperativa con prestazione di attività lavorativa da parte del socio (art. 1, comma 1, lett. b);
  • non abbiano cessato, nei dodici mesi precedenti la richiesta, un’attività lavorativa autonoma o di impresa individuale, o non abbiano sottoscritto una quota di capitale sociale di una cooperativa con prestazione di attività ad eccezione della quota per la quale si chiede il beneficio (art. 1, comma 1, lett. c);
  • non siano componenti di nuclei familiari che abbiano già usufruito del beneficio addizionale (art. 1, comma 1, lett. d).

Utilizzo del Bonus

In base al decreto attuativo, per utilizzare l’incentivo, bisogna presentare domanda all’INPS entro 30 giorni dall’inizio dell’attività, utilizzando l’apposito modello COM Esteso, allegato al decreto. Se la comunicazione di inizio attività era già stata inviata, bisogna inoltrare richiesta di incentivo all’INPS utilizzando il modello indicato, che sarà poi versato in un’unica soluzione entro due mesi sul conto (IBAN) indicato nella domanda o tramite bonifico domiciliato. Prevista la revoca dell’incentivo se l’attività non resta aperta per almeno 12 mesi.