Prestiti agevolati per l’efficienza energetica

di Barbara Weisz

scritto il

La Commissione Europea e la BEI istituscono due nuovi strumenti finanziari per supportare progetti di efficienza energetica e biodiversità, fra i target i progetti delle PMI.

Due nuovi strumenti per finanziare le PMI che investono nell’ambiente, in progetti di efficienza energetica e biodiversità: li hanno appena lanciati la BEI, Banca Europea degli Investimenti, e la Commissione Europea, nell’ambito del programma comunitario LIFE Programme for Environment and Climate Action.

=> Consulta tutti i bandi per l’efficienza energetica

Miguel Arias Cañete, commissario europeo per l’Energia e il clima, sottolinea:

«Con questi due strumenti finanziari, stiamo mettendo i soldi dove servono di più. I nuovi strumenti sbloccheranno investimenti significativi sia pubblici che privati in settori strategici quali l’efficienza energetica e la protezione del clima. E’ un contributo per proteggere il clima, risparmiare energia per i cittadini e rendere l’Europa meno dipendente dalle importazioni di energia».

Private Finance for Energy Efficiency

Il Private Finance for Energy Efficiency (PF4EE) prevede finanziamenti per un totale di 80 milioni di euro per il triennio 2014-2017, si rivolge in particolare a PMI, privati e Comuni che investono nell’efficienza energetica. I prestiti vengono erogati attraverso le banche e possono variare da 40mila a 5 milioni di euro, con importi anche più consistenti in alcuni casi particolari. Obiettivo: supportare le aziende e il sistema verso gli obiettivi UE di riduzione dei consumi di energia. I prestiti alle imprese vengono erogati tramite le banche, verrà scelto un intermediario per ogni paese, per un totale di 10-15 istituzioni finanziarie in Europa.

=> Smart Meter e rispamrio energetico: stato dell’arte

Natural Capital Financing Facility

Il secondo strumento si chiama Natural Capital Financing Facility (NCFF), il budget è fra i 100 e i 125 milioni di euro fino al 2017, i finanziamenti servono a sostenere progetti legati a infrastrutture verdi, conservazione ecosistemi, adattamento climatico. Destinatari: imprese, enti pubblici e privati, proprietari terrieri, per progetti fra i 5 e i 15 milioni di euro. Questi primi tre anni rappresentano una fase pilota nella quale verranno supportati da nove a 12 progetti.

=> Guida all’efficienza energetica nelle PMI

(Fonte: le pagine del sito BEI dedicate al PF4EE e al NCFF)

I Video di PMI

Aumento IVA: la clausola di salvaguardia