Tratto dallo speciale:

PNRR: cresce la richiesta di professioni green

di Redazione PMI.it

scritto il

Quali sono le professioni più richieste in ambito sostenibile? Ecco tutte le opportunità di lavoro offerte dal PNRR per i progetti di transizione ecologica.

Entro il 2025 la richiesta di occupati in ambito green raggiungerà quota 2,4 milioni, grazie soprattutto alle opportunità offerte dal PNRR nell’ambito della seconda missione che spinge verso rivoluzione verde e transizione ecologica. Se un anno fa il fabbisogno di lavoratori dotati di competenze “verdi” era di 1,6 milioni, oggi le imprese sono pronte ad assumere numerose risorse sebbene dovranno far fronte a una carenza di profili specializzati pari a 741mila unità.

Queste cifre sono state messe in evidenza dal focus Censis-Confcooperative su “Sostenibilità, investire oggi per crescere domani”, che sottolinea il mismatch e mette in evidenza le professioni più richieste in ambito sostenibile: disegnatori industriali, gli idraulici e posatori di tubazioni, i verniciatori artigianali e industriali, gli ingegneri energetici e meccanici, i tecnici della sicurezza sul lavoro.

Il report sottolinea come la crescita occupazionale che trae origine proprio dal PNRR necessiti di una vasta disponibilità di competenze, che possano realmente attuare quanto previsto dal Recovery Plan. Sulla base del PIL per occupato, infatti, nei prossimi anni potrebbe avverarsi la perdita annuale di 10,2 miliardi di euro complessivi.

Se il 48,8% degli occupati di riferimento per la transizione ecologica risulta residente al Nord, ammonta al 35,3% la percentuale dei lavoratori attivi nel Mezzogiorno e al restante 15,9% la quota degli occupati nelle regioni del Centro. Rispetto al 2020, infine, l’incremento dell’occupazione femminile e giovanile corrisponde rispettivamente a 385mila donne e 201mila giovani.