Eco-incentivi auto e mobilità elettrica in Lombardia

di Redazione PMI.it

scritto il

La Regione Lombardia rinnova il bando per acquisto veicoli non inquinanti e stanzia contributi alle PMI per realizzare colonnine di ricarica elettrica.

La Regione Lombardia ha approvato l’erogazione di nuovi eco-incentivi per favorire l’acquisto di veicoli non inquinanti, stanziando anche fondi ad hoc destinati alle PMI per la realizzazione delle colonnine di ricarica elettrica sul territorio. Sulla scia del successo del bando precedente, che ha visto la notevole partecipazione dei cittadini, l’amministrazione punta a favorire il rinnovo del parco auto rispondendo a un’esigenza molto sentita sul territorio. Per quanto riguarda la linea di incentivazione per motocicli e ciclomotori, la misura verrà invece chiusa il 30 giugno.

Incentivi colonnine elettriche per le PMI

La Giunta regionale, infatti, ha destinato a fondo perduto alle PMI 1.750.000 euro nel 2021 e 2 milioni nel 2022, risorse mirate alla realizzazione d’infrastrutture di ricarica per i veicoli elettrici destinati alle piccole e medie imprese. Le PMI possono ottenere un contributo pari al 50% delle spese ammissibili, per un massimo di 150mila euro.

Incentivi acquisto auto a basse emissioni

La Regione Lombardia rinnova il pacchetto di incentivi per agevolare il cambio delle auto più inquinati e l’acquisto di veicoli a bassissime o zero emissioni, anche anticipando parte delle risorse destinate al 2022. Il bando è rivolto ai residenti in Lombardia che acquistano un’autovettura di nuova immatricolazione (o immatricolata successivamente al 1° gennaio 2020 e intestata a un venditore/concessionario), riserva una parte dei contributi alle persone che avevano già inoltrato la domanda ma che non avevano potuto prenotare le risorse per il loro esaurimento anticipato. Sono previste due linee di finanziamento:

  • Linea A: rimborso diretto alle persone che hanno presentato domanda con il precedente bando, ma che non hanno potuto prenotare le risorse perché già esaurite e che nel frattempo hanno già perfezionato l’acquisto della vettura;
  • La linea B: misura rivolta alle persone che perfezionano l’acquisto della vettura presso i concessionari abilitati, i quali anticiperanno il contributo al soggetto beneficiario e riceveranno quindi il rimborso dalla Regione. Solo il venditore/concessionario abilitato alla vendita può prenotare il contributo regionale, per nome e per conto del cittadino beneficiario tramite il suo Codice Fiscale.

La prima finestra del bando, dal 17 al 28 giugno 2021, è riservata ai cittadini che hanno già presentato domanda relativa al bando precedente ma non hanno potuto prenotare le risorse per il loro esaurimento. È necessario che nel frattempo abbiano proceduto con l’ordine di acquisto della vettura. La domanda di partecipazione dev’essere presentata sulla piattaforma dedicata entro il 29 ottobre 2021, salvo esaurimento delle risorse. L’assegnazione del contributo avverrà con procedura valutativa a sportello, quindi seguendo l’ordine cronologico di prenotazione telematica.