Bonus Bici: rimborso o sconto via app con SPID

di Redazione PMI.it

scritto il

Operativo il decreto per il bonus mobilità sull'acquisto o noleggio di bici e mezzi elettrici per la micromobilità: regole, scadenze, procedura web.

Pubblicato il 5 settembre in Gazzetta Ufficiale il decreto attuativo del bonus mobilità (Programma sperimentale – anno 2020) istituito dal Dl Rilancio e finalizzato all’acquisto di biciclette (anche a pedalata assistita) e veicoli elettrici per la micromobilità (monopattini, hoverboard, segway, monowheel) o di servizi individuali di mobilità condivisa (abbonamento annuale di bike sharing o affitto monopattini elettrici).

Dopo 60 giorni dalla pubblicazione del decreto sarà possibile registrarsi tramite SPID sulla piattaforma dedicata all’iniziativa di incentivo alla mobilità sostenibile, accessibile tramite piattaforma web previa autenticazione ed anche dal sito del Ministero dell’Ambiente.

L’iniziativa è riservata agi acquisiti entro fine anno dei mezzi e dei servizi agevolati, compresi quelli già comprati dal 4 maggio fino al giorno di inizio operatività dell’applicazione web: in questo caso bisognerà allegare la fattura (o analogo documento commerciale) per ottenere l’accredito fino a 500 euro in veste di rimborso. Solo per questa fase sono ammessi tutti i rivenditori (anche negozi online) purchè con fattura in linea con i requisiti richiesti. Ci sono 60 giorni di tempo, a partire dalla operatività della piattaforma web, per completare la procedura.

Per i futuri acquisti si tratterà invece di uno sconto diretto sul prezzo del mezzo o del servizio, pari al 60% della spesa sostenuta. I clienti dovranno generare un buono digitale da mostrare al negoziante, dopo essersi registrati sulla piattaforma e aver scaricato la App (come il bonus vacanze in pratica). I buoni devono essere utilizzati entro 30 giorni dalla loro generazione. Per questa seconda fase, i rivenditori devono accreditarsi, così da essere inseriti in un apposito elenco consultabile attraverso l’applicazione web.

Beneficiari

Il bonus bici è riservato a maggiorenni o genitori di minori (uno per figlio) con residenza in un centro densamente abitato, nei capoluoghi di Regione e Provincia, nelle città metropolitane (Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma Capitale, Torino e Venezia), o ancora in comuni con popolazione superiore a 50mila abitanti.

I Video di PMI