Brevetti, al via le domande di incentivi

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Brevetti+: aperti i termini per la presentazione delle domande di incentivi concessi dal governo alle imprese che investono nella brevettazione (deposito brevetti e valorizazione economica)..

p>Al via la presentazione delle domande per Brevetti+, il bando che premia le imprese che investono nelle procedure di deposito di brevetti e disegni realizzati sia in sede nazionale che internazionale. Il plafond totale messo a disposizione per gli incentivi statali è di 45,5 milioni di euro.

Possono fare richiesta di finanziamento al bando sulle brevettazioni le micro, piccole e medie imprese che abbiano depositato o fatto istanza di estensione agli uffici di registrazione Uibm (Ufficio Italiano Brevetti e Marchi), Epo (European Patent Office) e Wipo (World Intellectual Property Organization) dal primo gennaio 2011.

Possono essere accumulati più premi, ma per un numero massimo di cinque, per un valore totale che non deve superare i 30 mila euro.

Le domande sono gestite da Invitalia e le imprese possono fare accesso al sito web per scaricare il form da inviare via fax o raccomandata entro 15 giorni dall’assegnazione del protocollo elettronico all’ufficio brevetti di via Pietro Boccanelli 30, 00138 Roma.

Se la domanda verrà accolta l’impresa verrà informata, entro 30 giorni, dell’assegnazione delle risorse tramite comunicazione formale alla quale rispondere trasmettendo l’atto di accettazione e le coordinate bancarie per l’accreditamento.

In alternativa è possibile presentare richiesta di incentivi per la valorizzazione economica dei brevetti, ovvero 70 mila euro per coprire fino all’80% delle spese sostenute per l’acquisto di servizi specialistici volti a valorizzare e pubblicizzare della propria idea innovativa. Ma in questo caso è necessario che l’impresa sia già in possesso di un titolo di registrazione.