Bonus Edicole 2023: domanda entro il 15 marzo

di Redazione PMI.it

Il contributo una tantum fino a 2mila euro riservato alle edicole può essere richiesto fino al 15 marzo: ecco come fare domanda.

C’è tempo fino al 15 marzo 2023 per presentare la domanda relativa al contributo una tantum riservato alle edicole, in particolare alle persone fisiche esercenti punti vendita esclusivi per la rivendita di giornali e riviste.

Previsto dal Fondo straordinario per gli interventi di sostegno all’editoria, il bonus edicole può essere richiesto dal titolare o legale rappresentante dell’impresa esclusivamente per via telematica, utilizzando la procedura accessibile dall’area riservata del portale Impresainungiorno.gov.it, previa autenticazione con SPID, CNS o CIE.

Il bonus edicole, nello specifico, consiste in un contributo una tantum fino a 2mila euro, riconosciuto per la realizzazione di almeno uno tra i seguenti interventi che devono essere stati effettuati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2022:

  • trasformazione digitale;
  • ammodernamento tecnologico;
  • fornitura di pubblicazioni agli esercizi commerciali limitrofi;
  • attivazione di nuovi punti vendita;
  • realizzazione di progetti di consegna a domicilio di giornali quotidiani e periodici.

Possono chiedere il bonus edicole i soggetti che svolgono attività di rivendita esclusiva di giornali e riviste con codice ATECO 47.62.10, che non siano titolari di redditi da lavoro dipendente.

Si tratta degli esercenti che vendono al dettaglio in via esclusiva giornali, riviste e periodici oppure delle imprese di distribuzione stampa che riforniscono le edicole dei comuni sotto i 5mila abitanti o un solo punto vendita.

Una volte definiti gli assegnatari del contributo, i beneficiari del bonus potranno utilizzarlo in compensazione tramite modello F24 presentato attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate.