Tratto dallo speciale:

Internazionalizzazione: come ottenere il voucher

di Redazione PMI.it

scritto il

Voucher per l’internazionalizzazione 2018: le istruzioni del MiSE per la fruizione degli incentivi in favore delle PMI e delle reti di imprese per l'accesso e il consolidamento nei mercati internazionali.

Tutto pronto per l’erogazione degli incentivi finalizzati a sostenere le PMI e le reti di imprese nella loro strategia di accesso e consolidamento nei mercati internazionali. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha attivato la procedura per l’invio delle richieste di erogazione del contributo a valere sul voucher internazionalizzazione.

Procedura telematica

Lo ha reso noto lo stesso MiSE fornendo indicazioni in merito all’assegnazione dell’agevolazione: le imprese assegnatarie del voucher, che hanno perfezionato la trasmissione del contratto di servizio, possono trasmettere, entro i termini stabiliti dalla normativa di riferimento, la richiesta di erogazione corredata dai relativi allegati attraverso l’apposito portale web.

Una volta fatto accesso alla piattaforma con le stesse credenziali già utilizzate per la trasmissione del contratto di servizio, bisognerà:

  • accedere alla sezione “Attuazione misure”;
  • selezionare la misura “TEM” e la classificazione “Voucher D.D. 18_09_2017”;
  • selezionare l’opzione “Richiesta di erogazioni” e ed effettuare il caricamento dei documenti;
  • generare, firmare ed inviare la lettera di trasmissione dei documenti caricati.

Temporary Export Manager

Il finanziamento a fondo perduto verrà concesso in favore delle realtà che intendano espandersi oltreconfine attraverso una figura specializzata come il Temporary Export Manager (TEM) capace di studiare, progettare e gestire i processi e i programmi sui mercati esteri.

Voucher internazionalizzazione

I voucher sono diversificati in:

  • Voucher “early stage”: un voucher di importo pari a 10.000 euro a fronte di un contratto di servizio pari almeno a 13.000 al netto di IVA;
  • Voucher “advanced stage”: un voucher di importo pari a 15.000 euro a fronte di un contratto di servizio pari almeno a 25.000 al netto di IVA.