Brevetti+2: contributi a fondo perduto per micro imprese e Pmi

di LavoroImpresa

scritto il

Brevetti+2Con due specifiche convenzioni sottoscritte nel 2009 e nel 2010, il Mise ha affidato a Invitalia la gestione della misura Brevetti+ per concedere agevolazioni per la brevettazione e la valorizzazione economica di brevetti a favore di micro, piccole e medie imprese. Le agevolazioni di Brevetti+ sono di tre tipi: premi per la brevettazione, incentivi per la valorizzazione economica dei brevetti e Brevetti+2. E’ proprio su quest’ultimo incentivo che si concentra il tema di questo articolo poiché dal 6 ottobre 2015 si apriranno i termini per inviare le richieste.

=> Brevetti+ 2, la domanda di finanziamento PMI

Brevetti+2 è l’incentivo che tende a valorizzare i brevetti più attuali e i progetti più qualificati che derivano dai risultati della ricerca pubblica e privata. Si tratta di agevolazioni destinate a micro imprese e Pmi, anche di nuova costituzione, con sede legale e operativa in Italia, titolari o licenziatari di un brevetto rilasciato successivamente al 1° gennaio 2013 ovvero che hanno depositato una domanda di brevetto successivamente al 1° gennaio 2013, in possesso di una opzione d’uso o di un accordo preliminare di acquisto o di acquisizione in licenza di un brevetto rilasciato successivamente al 1° gennaio 2013 o che sono spin-off accademici costituiti da meno di 12 mesi e titolari di un brevetto concesso successivamente al 1° gennaio 2012.

=> Contributi PMI: nuovo Bando Brevetti +2

Il contributo è finalizzato all’acquisto di servizi specialistici, funzionali alla valorizzazione economica del brevetto, sia all’interno del ciclo produttivo sia sul mercato. Affinché le spese siano ammesse è necessario che i pagamenti vengano regolati esclusivamente con modalità che consentano la piena tracciabilità. Le agevolazioni prevedono un contributo a fondo perduto non superiore all’80% dei costi ammissibili e, comunque, fino ad un massimo di 140.000 euro. Per gli spin-off accademici le agevolazioni possono arrivare al 100% dei costi ammissibili. Gli incentivi sono concessi nel regime de minimis. Il de minimis indica gli aiuti economici di importanza minore, disciplinati dal Regolamento CE 1998/2006. Le domande possono essere presentate a partire dalle ore 12 del 6 ottobre 2015 esclusivamente on line sulla piattaforma dedicata. Non è prevista una data di scadenza in quanto il programma Brevetti+ è a sportello e, pertanto, non ha scadenze.