Pensioni

Tutte le novità 2014 sul nuovo sistema previdenziale in vigore dal 2012 con tutte le successive modifiche in tema di rivalutazioni, contributi di solidarietà e pensioni d'oro: calcolo della pensione con il sistema contributivo, requisiti di accesso ed età pensionabile, contributi INPS e delle altre casse previdenziali, gestione separata, pensioni integrative, fondi pensionistici, cassetto previdenziale del cittadino.

Professionisti: nuovo regole per avvocati e Cassa Forense

Avvocati Entra in vigore la Riforma Forense con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 192/2014 del Regolamento attuativo dell'articolo 21 della Legge 247/2012, tra le novità l'obbligo di versamento dei contributi alla Cassa forense anche per gli avvocati con redditi inferiori ai 10.300 euro finora esclusi dall'adempimento. Lo scopo è di fornire anche a questa fascia di avvocati, circa 50 mila professionisti, una tutela previdenziale. => Riforma pensioni Professionisti: le novità per ogni categoria Riforma forense Più nel dettaglio la nuova disciplina dell'Ordinamento della...

Professionisti con doppio lavoro: bis di contributi per autonomi in part-time

Doppio lavoro professionisti Contributi INPS doppi per professionisti come ingegneri e architetti che svolgono un secondo lavoro part-time. Doppi contributi INPS Più in particolare l'INPS - richiamando la legge 335/1995, articolo 2, comma 26 - torna a chiedere versamenti alla Gestione Separata ai professionisti che hanno un doppio impiego, uno da autonomo e uno da dipendente, anche se iscritti alle Casse di previdenza dei propri Ordini professionali. => Professionisti con più attività: applicazione Studi di Settore Principio di esclusività Una questione dibattuta da tempo, sulla quale sono arrivati...

Previdenza privata: pensioni dei professionisti a rischio

Pensioni Rivolta delle Casse Previdenziali dei Professionisti che, in seguito a una recente pronuncia della Corte di Cassazione sul metodo con cui calcolare le pensioni, lanciano un SOS sulla propria sostenibilità. In parole semplici, a rischio ci sarebbero gli assegni pensionistici di milioni di professionisti. Tutto nasce con la sentenza n.17892/2014 dell'agosto 2014, che riguarda in particolare la previdenza dei Ragionieri, il presidente della cui Cassa, Luigi Pagliuca, ha lanciato l'allarme nel corso del Forum "Futuro delle Casse di previdenza" organizzato dalla CNPR (Cassa Nazionale...

Pensione intermittenti: domanda entro il 20 settembre

Lavoro a chiamata Conto alla rovescia per i lavoratori a chiamata che vogliono versare i contributi volontari ai fini della pensione per gli anni 2003-2012: il termine ultimo è il 20 settembre. Questa scadenza è stata fissata con la Circolare INPS n.33 del 20 marzo scorso, che applica le regole sui versamenti integrativi della contribuzione obbligatoria nei periodi di lavoro intermittente. => Lavoro intermittente: i contributi volontari integrativi Scadenze Il termine di presentazione della domanda di regola è il 31 luglio dell'anno successivo a quello in cui si collocano i periodi di lavoro...

Riforma Pensioni nella Legge di Stabilità 2015

Pensioni In previsione della Legge di Stabilità 2015 si torna a parlare di Riforma delle Pensioni, con norme che vadano a rivedere quanto previsto dalla precedente Riforma Fornero (DL 201/2011), che ricordiamo aver causato il problema dei lavoratori esodati per i quali sembra certo l'arrivo della sesta salvaguardia. Inizialmente si era parlato di una revisione alla Riforma delle Pensioni Fornero in occasione del Decreto Legge sulla Pubblica Amministrazione, poi sembrava che la nuova riforma potesse essere inserita nel Decreto Legge “Sblocca Italia”, ora le speranze vengono riposte nella...

Pensione anticipata donne: in scadenza opzione contributiva

Legge di Stabilità, come cambiano le pensioni L'opzione contributiva  (legge 243/2004, articolo 1, comma 9) consente alle donne con 35 anni di contributi versati di andare in pensione anticipata a 57 anni e tre mesi di età se dipendenti e a 58 anni se autonome, rinunciando alla parte retributiva dell'assegno previdenziale (decurtazione media del 25-30%). Dopo i drammatici effetti della Riforma Monti-Fornero, le lavoratrici stanno scegliendo in massa questa possibilità, pur di salvare il salvabile: chi sceglie di aspettare la pensione di vecchiaia rischia infatti di lavorare diversi anni in più e magari vedersi cambiare...

Pensioni e prestazioni sociali: istruzioni e modelli 2014

Pensioni INPS I titolari di trattamenti pensionistici di gestioni private, sport, spettacolo e di prestazioni assistenziali che non hanno trasmesso all'INPS tutte le informazioni sui requisiti di reddito stanno ricevendo dall'istituto di previdenza  i modelli ICRIC, ICLAV, ACC.AS/PS per mettersi in regola: Questi titolari di pensione stanno ricevendo un "bustone" relativo al 2014, che a seconda dei casi contiene i documenti necessari. Il Messaggio INPS n. 6627 del 27 agosto specifica in cosa consiste la richiesta. => Pensioni e indennità: modelli per prestazioni assistenziali...

Manovra finanziaria: a rischio pensioni e Bonus IRPEF

Spending review: i criteri per l'abolizione delle province Il primo ottobre il Ministero del Tesoro dovrà presentare le stime aggiornate del DEF (Documento di Economia e Finanza);pertanto, in vista di questa scadenza anche lo schema di Legge Stabilità 2015 dovrà essere completato, per lo meno a grandi linee.  Il Governo ha finora evitato manovre correttive ma far tornare i conti diventa sempre più difficile e, a poche settimane dalla presentazione della bozza della manovra finanziaria ancora circolano insistenti ipotesi di nuovi prelievi sulle pensioni più alte e di maggiore severità fiscale rispetto agli impegni presi, a partire dal...

Esodati in pensione anche con nuovo impiego

Sentenza Cassazione Il caso esodati finisce in tribunale e una sentenza storica ribalta il decreto applicativo sulla prima salvaguardia: la corte di Perugia ha stabilito il diritto alla pensione di un lavoratore esodato che, rimasto senza l'assegno previdenziale per via della Riforma Fornero, aveva trovato un nuovo lavoro. La sentenza del 15 luglio 2014 si esprime pertanto in modo contrario a quanto previsto dal decreto ministeriale del primo giugno 2012, attuativo del comma 14 dell'articolo 24 del Dl 201/2011. => Primo decreto esodati: i 65mila salvaguardati Il caso Il ricorrente aveva terminato di...

Pensioni: decadenza controversie sui trattamenti pensionistici

Giustizia Con la Circolare n.95/2014 l'INPS ha fornito le prime istruzioni e i chiarimenti sui possibili effetti relativamente alla decadenza dell'azione giudiziaria per le controversie in materia di trattamenti pensionistici e di adempimento delle prestazioni riconosciute sono in parte. Più in particolare la circolare fa riferimento alla corretta applicazione dell’articolo n.47 del D.P.R. n.639/1970, il quale introduce un termine di decadenza triennale entro il quale proporre azione giudiziaria per il riconoscimento parziale della prestazione pensionistica o il pagamento di accessori del...

X
Se vuoi aggiornamenti su Pensioni: decadenza controversie sui trattamenti pensionistici

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy