IMU

IMU IMU: la tassa sugli immobili introdotta dal Governo Monti nel decreto Salva Italia torna ad applicare imposte sulle abitazioni, sia private sia ad uso commerciale, dopo l’abolizione dell’ICI ad opera del precedente Governo guidato da Berlusconi. L'imposta sugli immobili interessa non solo quelli destinati ad uso domestico (abitazioni) ma anche quelli ad uso commerciale (capannoni, negozi ed altre strutture), nonché i terreni. La principale novità dell’IMU rispetto alla vecchia ICI è l'obbligo di pagamento anche per gli immobili religiosi non utilizzati principalmente per il culto, stessa sorte toccata agli immobili intestati ad associazioni ed enti no-profit, prima esentati dalla tassa sulla casa. Dopo l'abolizione dell'IMU prima casa, le aliquote dell'Imposta Municipale Unica sulle altre proprietà sono stabilite di anno in anno da apposita delibera comunale, rispettando determinati criteri nazionali (es.: maggiorazione IMU-TASI non superiore allo 0,8%), risultando quindi variabili a discrezione delle singole Amministrazioni Comunali che incassano gli introiti. Sono inoltre previste detrazioni ed esenzioni in presenza di condizioni particolari. Scopri tutti i dettagli sulla nuova IMU su PMI.

IMU ridotta senza denuncia di inagibilità

Inagibilità La riduzione IMU per immobile inagibile spetta anche nel caso in cui il contribuente non abbia presentato apposita denuncia di inagibilità, a patto che il Comune fosse già a conoscenza della situazione di inagibilità o inabilità di un fabbricato. A stabilirlo è stata la Corte di Cassazione con la sentenza n. 18453/2016. Nel caso in esame il contribuente aveva applicato la riduzione del 50% dell'imposta, pur avendo omesso di denunciare lo stato di inagibilità al Comune. Questo aveva quindi emesso avviso di accertamento per l’imposta non versata. => Modulo riduzione IMU per...

Rimborsi IMU entro settembre

IMU Il Dipartimento delle Finanze, con l’emissione della circolare 1/DF/2016, ha definito la data entro la quale dovranno essere erogati i rimborsi relativi ai tributi comunali, dovuti erroneamente dal contribuente e determinati soprattutto dalla contemporanea presenza di distinte obbligazioni da assolvere sia nei confronti dello Stato sia nei confronti del Comune. La circolare, sulla base del decreto interministeriale approvato il 24 febbraio 2016 e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, ricorda che il decreto riguarda tutti i tributi comunali, ma che si pone particolare priorità all'IMU,...

Dichiarazioni IMU-TASI entro fine luglio

Dichiarazione IMU Il termine per la presentazione della dichiarazione IMU-TASI è scaduto lo scorso 30 giugno, ma entro il 30 luglio è ancora possibile accedere al ravvedimento operoso per sanare la propria posizione con una sanzione ridotta del 5%. => Ravvedimento operoso per i tributi locali Ricordiamo che è obbligatorio presentare la dichiarazione IMU-TASI per denunciare l’acquisto di un immobile o un’area fabbricabile e le sue variazioni di valore, la data di inizio e di fine dello stato di inagibilità o inabitabilità. Esattamente come per l’IMU, la dichiarazione TASI si presenta solo...

ISEE e reddito da immobili

Ai fini dell'indicatore ISEE, come rileva l’incremento del patrimonio immobiliare? Ho infatti acquistato casa nel 2015 e mi chiedevo se l’importo da riportare equivale a quanto ho speso “cash” o devo attenermi a qualche calcolo particolare.

IMU in comodato ai figli

Vivo in comodato (nel Comune di Torino) nell'abitazione di proprietà di mia madre: ha diritto allo sconto IMU del 50% anche se nel condominio c’è una portineria dove alloggia il custode che nel contratto di vendita è indicata come “uso portineria" mentre in quello di comodato non è presente come voce portineria?

IMU-TASI in ritardo con sanzioni ridotte

IMU-TASI Sanzioni ridotte per chi dimentica o paga in maniera insufficiente IMU-TASI: chi non ha versato gli acconti IMU e TASI entro il 16 giugno, in tutto o in parte, potrà regolarizzare la propria posizione con il ravvedimento operoso con l'applicazione di una mini sanzione dello 0,1% (1/10 della sanzione base) per ogni giorno di ritardo fino a 14 giorni dalla scadenza. Si tratta del cosiddetto ravvedimento sprint. => Ravvedimento operoso: tipologia e sanzioni previste Oltre i 14 giorni e fino ai 30 di ritardo, ovvero in caso di ravvedimento breve la sanatoria costa l’1,5% (1/10 del...

TASI e IMU, deducibilità per le imprese

IMU Aziende e professionisti possono applicare deduzioni IRPEF e IRES sulla TASI, a differenza dell'IMU su cui si applica solo l'agevolazione al 20% relativa ai beni strumentali d'impresa: vediamo tutte le regole sulla deducibilità per le imprese, le quali pagano applicando in acconto le aliquote 2015 in attesa che i Comuni deliberino (c'è tempo fino al 14 ottobre) per l'anno in corso, ma ricorrendo alle nuove esenzioni IMU sugli imbullonati (variazione catastale entro il 15 giugno) e per i terreni agricoli. => Esenzione IMU terreni incolti, come funziona Imprese e professionisti...

Deduzione IMU immobili strumentali

IMU Va applicata nel modello UNICO 2016 la deducibilità dell'IMU, l'IMI e l'IMIS sostenute per gli immobili strumentali da imprenditori e professionisti: la deduzione si applica sul reddito d'impresa o sul reddito di lavoro autonomo, ma non sull'IRAP. IMU A prevedere la deducibilità del costo sostenuto da imprenditori e professionisti per il pagamento dell'IMU sugli immobili strumentali – capannoni,  uffici, ecc. – dal reddito d'impresa e professionale è stata la Legge n. 147/2013 all'articolo 1, commi 715 e 716 (Legge di Stabilità 2014). Tale deduzione IMU va applicata nel modello...

Esenzione IMU terreni incolti

Agricoltura Le regole sull'esenzione IMU terreni agricoli si applicano indipendentemente dal fatto che siano o meno coltivati, quindi valgono anche per i terreni incolti e gli orti: la precisazione è stata fornita dal sottosegretario all'Economia, Pier Paolo Baretta, nel corso di un question time in commissione Finanze alla Camera. Il criterio generale, ha spiegato il Governo, è che la regola sull'esenzione IMU riguarda: «tutti i terreni agricoli, indipendentemente dalla loro coltivazione». => Vai allo speciale IMU Questo orientamento è confermato da un sentenza di Cassazione (n.7369...

Tasse locali in crescita, ecco la classifica

tasse La Legge di Stabilità 2016 ha eliminato la TASI sulla prima casa ma il peso delle tasse locali in Italia continua ad essere molto alto: negli ultimi 20 anni (dal 1995 al 2015), sono passate da 30 a 103 miliardi di euro, con una crescita del 248%, a fronte di un +72% delle tasse centrali. L'anno in cui l'imposizione fiscale locale ha raggiunto il massimo storico è il 2014 (6,6% del PIL) per scendere al 6,3% nel 2015. Gli obiettivi per il 2017 prevedono un ulteriore calo al 5,7% del PIL. I dati sono contenuti in una ricerca Confcommercio-Cer sul rapporto tra spesa pubblica e pressione...

X
Se vuoi aggiornamenti su IMU

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy