IMU

IMU IMU: la tassa sugli immobili introdotta dal Governo Monti nel decreto Salva Italia torna ad applicare imposte sulle abitazioni, sia private sia ad uso commerciale, dopo l’abolizione dell’ICI ad opera del precedente Governo guidato da Berlusconi. L'imposta sugli immobili interessa non solo quelli destinati ad uso domestico (abitazioni) ma anche quelli ad uso commerciale (capannoni, negozi ed altre strutture), nonché i terreni. La principale novità dell’IMU rispetto alla vecchia ICI è l'obbligo di pagamento anche per gli immobili religiosi non utilizzati principalmente per il culto, stessa sorte toccata agli immobili intestati ad associazioni ed enti no-profit, prima esentati dalla tassa sulla casa. Dopo l'abolizione dell'IMU prima casa, le aliquote dell'Imposta Municipale Unica sulle altre proprietà sono stabilite di anno in anno da apposita delibera comunale, rispettando determinati criteri nazionali (es.: maggiorazione IMU-TASI non superiore allo 0,8%), risultando quindi variabili a discrezione delle singole Amministrazioni Comunali che incassano gli introiti. Sono inoltre previste detrazioni ed esenzioni in presenza di condizioni particolari. Scopri tutti i dettagli sulla nuova IMU su PMI.

IMU e TASI 2017, saldo entro il 18 dicembre

IMU Saldo imposte sugli immobili entro il 18 dicembre applicando le aliquote IMU e TASI 2017 previste dalle delibere comunali del proprio Comune approvate nei termini stabiliti dalla legge e pubblicate sul sito delle Finanze. Tutte le indicazioni per il versamento della seconda rata a saldo sono contenute in un utile vademecum pubblicato online dal Dipartimento delle Finanze. => Saldo IMU e TASI 2018: aliquote e scadenze Innanzitutto, il termine: la normativa prevede che il saldo IMU e TASI venga effettuato ogni anno entro il 16 dicembre che però cade di sabato facendo quindi slittare...

Saldo IMU-TASI: aliquote e scadenze

Tasse immobili E' iniziato il lento conto alla rovescia per il versamento della seconda rata a saldo 2017 di IMU e TASI: come di consueto il termine ultimo è il 16 dicembre. La prima cosa da fare è, come sempre, controllare le delibere: nel caso in cui il Comune abbia stabilito nuove aliquote di pagamento successivamente al versamento dell'acconto di giugno, è necessario effettuare un conguaglio rispetto a quanto versato il sede di acconto. Diversamente, nel caso in cui il Comune non abbia deliberato o lo avesse fatto fuori tempo utile, si andrà a pagare lo stesso importo della prima...

Tasse locali, nuovi codici tributo

Dichiarazione dei redditi Il Decreto Fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2017 ha previsto la possibilità a partire dal 1° ottobre 2017 di versare le entrate tributarie dei Comuni e degli altri enti locali anche tramite il modello F24 (articolo 2-bis, comma 1, Dl 193/2016). Per lo scopo le Entrate, con la risoluzione 137/E/2017, hanno istituito tre nuovi codici tributo da utilizzare per effettuare il versamento, tramite il modello F24, a decorrere dal 20 novembre 2017, di alcuni tributi in favore degli enti locali, senza la necessità per questi ultimi di stipulare una specifica convenzione con...

Prima casa, quando è pignorabile

Il proprietario di una seconda casa ubicata in altro Comune, diverso da quello dell’abitazione principale, non intende pagare più le imposte che gravano sulla seconda casa (IMU, TASI, TARI, etc..) per l’esosità delle medesime: il pignoramento di tale abitazione cui consegue l’espropriazione e la vendita forzata, si può estendere all'abitazione principale e residenza familiare o rimane circoscritto alla seconda casa?

IMU su casa con riserva di proprietà

Il pagamento IMU seconda casa è dovuto su un immobile venduto con atto notarile con riserva di proprietà?

Tasse imprese: Roma batte Milano

Pagamento Tasse Online Seppure la pressione fiscale che caratterizza Milano sia inferiore a quella sostenuta dalle imprese della Capitale, le PMI del Terziario attive nel capoluogo lombardo devono versare tributi esosi per quanto concerne gli immobili, tanto che le tasse sono triplicate negli ultimi anni. L’ufficio studi di Confcommercio ha realizzato un’analisi comparata dei tributi locali versati dalle imprese del Terziario tra il 2011 e il 2016, segnalando un incremento generale. Per quanto riguarda l’IMU TASI l’aumento è notevole: nel 2016 le imprese milanesi hanno pagato 296 euro, contro i...

IMU-TASI con sanzioni ridotte

Dichiarazione IMU Fino al 30 giugno i contribuenti che non hanno pagato IMU e TASI, oppure hanno effettuato un versamento insufficiente, possono rimediare attraverso il ravvedimento operoso breve, che prevede una maggiorazione limitata allo 0,1% per ogni giorno di ritardo rispetto alla scadenza del 16 giugno. Ricordiamo che quest'ultimo era il termine per pagare la prima rata delle imposte sugli immobili, mentre il saldo verrà effettuato in dicembre. => IMU -TASI 2017: aliquote, calcoli e scadenze Dal primo luglio 2017 finisce la possibilità di ricorrere al ravvedimento sprint (che prevede la...

Conguagli IRPEF e rimborsi IMU

Tasse Il rimborso IRPEF da 730 per dipendenti e pensionati arriva con le buste paga o il cedolino pensione di luglio e agosto, nell'arco di quattro mesi per chi non ha un sostituto d'imposta o nel caso in cui l'Agenzia delle Entrate debba effettuare controlli preventivi (ad esempio, quando il rimborso fiscale supera i 4mila euro). In alternativa, è possibile utilizzare le somme in compensazione per pagare IMU e TASI o altre imposte. Nel caso in cui il contribuente abbia invece pagato in eccesso le tasse sugli immobili IMU e TASI, dovrà chiedere il rimborso entro cinque anni. Vediamo di...

IMU-TASI 2017: aliquote, calcoli e scadenze

IMU e TASI Anche quest'anno, arrivati alla scadenza del 16 giugno per la prima rata IMU e TASI 2017, è tutto abbastanza facile: grazie alla esenzione TASI sulla prima casa, resta da valutare il dovuto 'IMU-TASI sugli altri immobili. L’IMU si paga in caso di possesso di qualunque immobile, terreno o area edificabile (escluse abitazioni principali non di lusso, fabbricati rurali strumentali e terreni montani). La TASI è dovuta invece per qualunque immobile che venga effettivamente utilizzato, mentre sono esenti terreni, prime case non di lusso e relative pertinenze, anche in caso di...

Tasse su immobili all’estero

Avrei bisogno di chiarimenti in merito al pagamento delle tasse su un immobile acquistato all'estero (unico da me posseduto). Nel mio caso - dipendente statale con dimora in Italia e reddito annuo di 25mila euro - si tratta di un appartamento nella periferia di Londra, prima messo in affitto per 750 sterline al mese e poi venduto. Tra IVFE e tasse sul reddito, il commercialista mi ha prospettato oltre 9.000 euro di tasse: è possibile?

X
Se vuoi aggiornamenti su IMU

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy