IMU

IMU IMU: la tassa sugli immobili introdotta dal Governo Monti nel decreto Salva Italia torna ad applicare imposte sulle abitazioni, sia private sia ad uso commerciale, dopo l’abolizione dell’ICI ad opera del precedente Governo guidato da Berlusconi. L'imposta sugli immobili interessa non solo quelli destinati ad uso domestico (abitazioni) ma anche quelli ad uso commerciale (capannoni, negozi ed altre strutture), nonché i terreni. La principale novità dell’IMU rispetto alla vecchia ICI è l'obbligo di pagamento anche per gli immobili religiosi non utilizzati principalmente per il culto, stessa sorte toccata agli immobili intestati ad associazioni ed enti no-profit, prima esentati dalla tassa sulla casa. Le aliquote ordinarie della nuova tassa denominata IMU sono dello 0,4% sulla prima casa e dello 0,76% sulle altre proprietà variabili a discrezione delle singole Amministrazioni Comunali che incasseranno gli introiti. Sono inoltre previste detrazioni ed esenzioni in presenza di condizioni particolari. Per l'anno 2014 l'IMU sulla prima casa è stata assorbita dalla IUC, in cui confluiscono le tasse sull'abitazione e quelle sui servizi indivisibili del Comune (IMU-TASI). Nel 2015 si attende l'accorpamento in una Local Tax. Scopri tutti i dettagli sulla nuova IMU su PMI.

Ravvedimento operoso per i tributi locali

Ravvedimento operoso Anche i tributi locali e regionali rientrano nel campo di applicazione del nuovo ravvedimento operoso, modificato dalla Legge di Stabilità 2015. Dunque, anche quelli sugli immobili IMU e TASI o sui rifiuti TARI, ma anche il bollo auto: le disposizioni applicative del nuovo ravvedimento operoso (pagamento agevolato di tasse oltre la scadenza) sono contenute nella circolare dell'Agenzia delle Entrate 23/E del 9 giugno 2015. => Fisco: dal 2015 ravvedimento operoso senza limiti La precisazione relativa alle imposte locali deriva da dubbi interpretativi che riguardavano, in...

Tasse: i rincari IMU, TASI e IRPEF per le aziende

Aumento tasse IMU e TASI hanno comportato un raddoppio delle tasse su negozi, uffici e capannoni: è la stima effettuata, con riferimento agli anni tra il 2011 e il 2014, effettuata dall’Ufficio studi della CGIA Mestre. L'ultimo anno di applicazione dell'ICI (il 2011) le entrate per i Comuni con riferimento agli immobili strumentali sono state di circa 5 miliardi di euro, mentre nel 2014 (con IMU e TASI) hanno superato i 10 miliardi di euro. Tasse immobili strumentali Più in particolare si sono registrati i seguenti aumenti: +142% per uffici e studi privati; +137% per negozi e...

Acconto TASI: ultimo giorno o dopo la scadenza

TASI Ultimo giorno per pagare l'acconto IMU e TASI senza maggiorazioni, dopo il 16 giugno scatta l'obbligo di calcolare gli interessi di mora. Ecco dunque una sintesi delle regole da seguire. => TASI: come calcolare l'acconto 2015 => Acconto IMU: guida e calcolo online 1. La cosa più semplice da fare è pagare con le aliquote 2014, indipendentemente dal fatto che il proprio Comune abbia approvato nuove delibere 2015. In questo caso, basta calcolare l'acconto in base alle aliquote già applicate lo scorso anno (nel caso in cui l'immobile non sia stato venduto o acquistato fra...

IMU, TASI e TARI rimborsate a Pescara

Tasse Il Comune di Pescara rimborserà le tasse versate erroneamente da circa 700 contribuenti, grazie a un fondo di 325mila euro stanziato per favorire la restituzione delle somme pagate in eccedenza per quanto concerne IMU, TASI e TARI. Le risorse possono essere richieste dai cittadini che dal 2010 a oggi hanno versato imposte in più rispetto al dovuto, effettuando errori di calcolo. => Tasse imprese: le più colpite dal Fisco Come ottenere il rimborso Spetta agli stessi contribuenti, tuttavia, l’invio delle richieste al Comune recandosi direttamente presso l’Ufficio tributi...

TASI-IMU e TARI, sportello dedicato alle Poste

poste Sportello dedicato a chi deve effettuare i versamenti TASI-IMU e TARI presso le varie sedi di Poste Italiane, che va incontro ai contribuenti in vista della scadenza fiscale del 16 giugno: durante gli orari di apertura degli uffici postali, un sportello è dunque interamente dedicato al pagamento dei bollettini postali e dei modelli F24, i due strumenti attraverso i quali si pagano le imposte comunali. => TASI: casi particolari e calcolo online su PMI.it Poste Italiane sottolinea che il bollettino postale può essere pagato con il contante, carte Postamat dei titolari di conto...

TASI-IMU 2015: i Comuni con nuova Delibera

IMU Ci sono circa 1.250 Comuni italiani in cui sono state approvate nuove delibere applicabili per il pagamento dell'acconto TASI-IMU 2015 in scadenza il 16 giugno. Anche in questo caso, ricordiamo, è comunque sempre possibile pagare in base alle aliquote 2014, che rimane anche l'indicazione generale fornita dallo stesso Ministero per procedere al calcolo della prima rata IMU e TASI di quest'anno (per uniformità di trattamento), per poi effettuare il conguaglio in sede di saldo a dicembre.  Se tuttavia sono state pubblicate nuove delibere e relative aliquote, il contribuente è libero...

Dichiarazione TASI: basta il modello IMU

TASI Per la dichiarazione TASI non è prevista l'approvazione di un nuovo modello, si utilizza lo stesso valido ai fini IMU: la precisazione arriva dal ministero delle Finanze, con la circolare 2DF/2015. Quindi, il modulo da compilare nel caso di variazioni sull'immobile ai fini TASI è quello già approvato per la dichiarazione dell’imposta  municipale  propria (IMU) il 30 ottobre 2012. => Dichiarazione TASI-IMU: istruzioni per ENC Scadenze Il termine di presentazione è il 30 giugno 2015 e si riferisce alle variazioni dell'immobile intervenute nel corso del 2014. Esattamente come...

Acconto IMU-TASI: chiarimenti sulle aliquote 2015

IMU-TASI In vista della scadenza del 16 giugno per  l'acconto IMU-TASI ecco le regole da seguire: la prima rata delle due le tasse sugli immobili si paga con aliquote e agevolazioni 2014, anche se nel Comune di appartenenza c'è una nuova delibera, ma se il contribuente sceglie di pagare utilizzando le aliquote 2015 (nei Comuni che hanno già deliberato) può farlo, indipendentemente dalla data del provvedimento. => Acconto IMU-TASI con le aliquote 2014 La precisazione è importante, perché significa che qualsiasi contribuente può evitare di controllare se nel proprio Comune sono...

Acconto IMU TASI: opzione aliquote 2014

IMU-TASI Local Tax Per l'acconto IMU e TASI da pagare entro il 16 giugno è possibile utilizzare le aliquote 2014 anche se il Comune ha deliberato in tempo utile quelle per l'anno in corso, pubblicandole sul sito del Dipartimento delle Finanze: il contribuente può scegliere quelle che ritiene più convenienti al momento, fermo restando il conguaglio a dicembre con i nuovi parametri. Si tratta comunque di un'opzione e non di un obbligo. => IMU e TASI: aliquote e delibere 2015 per l'acconto Opzione aliquote Il contribuente, nel caso in cui ci siano delibere 2015 nel proprio Comune, può dunque...

IMU agricola: chiarimenti del Ministero

IMU terreni agricoli Pubblicate sul sito del Dipartimento delle Finanze le risposte del MEF in merito a dubbi riguardanti l'IMU sui terreni agricoli: le esenzioni, le detrazioni, l'obbligo di dichiarazione IMU ed il versamento del tributo. Si tratta delle domande più frequenti poste all’Amministrazione Finanziaria da contribuenti, operatori professionali, associazioni di categoria e dai soggetti che realizzano i software per il calcolo dei tributi, in merito all’applicazione dell’IMU per i terreni agricoli. => Esenzione IMU sui terreni montani Esenzione IMU Il DL n. 4 del 2015 (convertito con...

X
Se vuoi aggiornamenti su IMU agricola: chiarimenti del Ministero

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy