Imprenditoria Giovanile

Sempre più spesso i giovani tentano la via imprenditoriale con progetti anche ambiziosi. Qui trovi tutte le novità e gli incentivi previsti per l'imprenditoria giovanile, scopri come accedere e godere dei benefici fiscali previsti.

Imprese giovanili innovative: bando in Toscana

Giovani Prende il via in Toscana un nuovo bando volto a incentivare iniziative di imprenditoria giovanile, promosso da i Lions e i Leo Club di Pontedera e Pontedera Valdera, in collaborazione con l’Istituto di Biorobotica della Scuola Superiore Sant'Anna, Pont-Tech S.c.r.l. e Laboratori Archa S.r.l. Finalità del bando è sostenere la nascita di nuove imprese giovanili innovative, supportate grazie alla concessione di contributi a fondo perduto. => Imprenditoria giovanile agricola: bando in Toscana Bando Le nuove imprese avviate da giovani possono contare sull’erogazione di un...

ReStartAlp: incubatore imprese giovanili

RestartALP C’è tempo fino all’8 aprile 2016 per iscriversi alla Call che decreterà i partecipanti a ReStartAlp, incubatore d’impresa finalizzato a creare nuove imprese giovanili sul territorio alpino. Possono partecipare i giovani under 35 in possesso di un’idea imprenditoriale per valorizzare le Alpi, ma anche le start-up attive nelle filiere tipiche delle Alpi (agricoltura, gestione forestale, allevamento e agroalimentare, turismo, artigianato e cultura). => Avvio impresa: dal 13 gennaio fondi per donne e giovani ReStartAlp Promossa dalla Fondazione Edoardo Garrone in...

Start Me UP per imprenditoria giovanile nelle Marche

Start Me UP Lanciare le migliori idee di imprenditoria giovanile sul territorio: questo il fine di Start Me UP, il progetto promosso dal Rotary Club Ancona 25-35, unitamente alle Associazioni dei giovani avvocati e commercialisti. => Competitività imprese: #Dieci idee nelle Marche Start Me UP Il bando, che prende il via il 28 gennaio, finanzierà un progetto innovativo successivamente al completamento di un percorso di formazione trimestrale. Il vincitore potrà contare su un premio pari a 15mila euro, concesso attraverso l’attivazione di prestazioni professionali e l’erogazione di...

Nuove imprese a tasso zero: mini guida

Business Plan Si chiama “Nuove imprese a tasso zero” il nuovo incentivo che si rivolge a donne e giovani imprenditori under 35 che intendono avviare iniziative di autoimpiego ed autoimprenditorialità (micro e piccole imprese) che prevede finanziamenti fino a 1,5 milioni di euro, erogati da Invitalia, per uno stanziamento totale di 50 milioni di euro. => Nuove imprese a tasso zero: come fare domanda Si tratta di finanziamenti a tasso zero della durata massima di 8 anni per coprire fino al 75% delle spese totali. L'impresa richiedente deve essere composta in prevalenza da giovani tra i 18 e i...

Avvio impresa: dal 13 gennaio fondi per donne e giovani

Network femminile Dal 13 gennaio 2016 è possibile fare domanda di accesso alle agevolazioni che il Ministero dello Sviluppo Economico riserva a giovani e donne per l'avvio d'impresa: l'istanza si presenta esclusivamente online tramite la piattaforma di Invitalia e a disposizione ci sono fino a 1,5 milioni di euro per ciascuna nuova PMI. Il bando da 50 milioni euro è infatti destinato a micro e piccole imprese guidati da giovani fino a 35 anni oppure da donne. Tutte le regole per la presentazione delle domande sono fissate dalla Circolare MiSE del 9 ottobre 2015. => Autoimprenditorialità: il...

Nuove imprese a tasso zero: come fare domanda

Imprenditoria Gli incentivi “Nuove imprese a tasso zero” prevedono un finanziamento per donne e giovani imprenditori under 35 che intendono avviare iniziative di autoimpiego ed autoimprenditorialità (micro e piccole imprese) e debutteranno il prossimo 13 gennaio con finanziamenti fino a 1,5 milioni di euro, erogati da Invitalia. Lo stanziamento totale è pari a 50 milioni di euro. => Avvio impresa: fondi pubblici per donne e giovani Beneficiari Destinatarie dell’incentivo sono le micro e piccole imprese, costituite da non oltre dodici mesi dalla data di presentazione della domanda,...

Gestione Beni Culturali: contributi associazioni giovanili

Giovani per il territorio L’IBC, Istituto per i Beni artistici, Culturali e naturali, ha promosso il bando “Giovani per il territorio” per favorire la realizzazione di progetti di gestione e valorizzazione dei Beni Culturali in Emilia Romagna, incentivando le iniziative portate avanti dalle associazioni giovanili. => Beni Culturali e Turismo: agevolazioni fiscali nel Decreto Legge Contributi Il bando si basa sulla concessione di contributi fino a 10mila euro a beneficio di dieci progetti innovativi mirati alla valorizzazione e gestione di uno o più Beni Culturali che si trovano sul territorio: i...

Contributi imprese giovanili e femminili a Teramo

Imprenditori La Camera di Commercio di Teramo favorisce l'avvio di nuove attività imprenditoriali e concede incentivi alle imprese giovanili e femminili. Obiettivo del bando è non solo diffondere la cultura imprenditoriale, ma anche contrastare la disoccupazione e creare nuovi posti di lavoro. => Garanzie sui finanziamenti per le PMI abruzzesi Contributi Sono previsti contributi a beneficio delle nuove imprese giovanili e femminili che hanno sede nella Provincia di Teramo, incentivi volti a coprire le spese sostenute dal 1 gennaio 2015 e inerenti ad alcune voci in particolare: acquisto di beni...

Imprese femminili under 35: boom in Umbria

Imprenditoria femminile Cresce il numero delle imprese giovanili guidate da donne under 35 in tutta la penisola, stando a quanto rivelano i dati diffusi dall’Osservatorio per l’imprenditoria femminile di Unioncamere e InfoCamere. In pratica un’impresa giovanile su tre è al femminile, che tradotto in percentuale significa che è rosa il 28,11% del totale delle imprese giovani. => Franchising al femminile: mappa nazionale Settori Se da un lato aumentano le imprese femminili nei settori più tradizionali, legati ai servizi alla persona, alla sanità e all’assistenza come anche all’istruzione, al...

Gestione Separata INPS: tra i giovani allarme pensione

Giovani In calo gli iscritti alla Gestione Separata INPS, probabilmente a causa della percezione che all'aliquota per i contributi previdenziali non corrisponda poi una pensione adeguata. Nonostante si versi il 27,7% del reddito, le pensioni sono infatti piuttosto esigue, determinate con il sistema contributivo e senza possibilità di integrazione al trattamento minimo. => Lavoro, diritti e tutele: nuove regole per Autonomi Aliquota contributiva Senza contare poi che l'aliquota rimarrà al 27,7% fino al 2017 per poi salire al 33,72% dal 2018, come previsto dalla Riforma del Lavoro Fornero,...

X
Se vuoi aggiornamenti su Imprenditoria giovanile

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy