Resto al Sud: incentivi fino al 100% per under 56

di Redazione PMI.it

scritto il

Incentivi impresa Resto al Sud di Invitalia, edizione 2021: finanziamenti e contributi a fondo perduto per nuovi imprenditori fino a 55 anni.

Si amplia la platea dei beneficiari di Resto al Sud, il programma di incentivi promosso da Invitalia che sostiene la nascita e lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali e libero professionali in una rosa di regioni italiane del Mezzogiorno: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia e nelle aree del cratere sismico del Centro Italia (Lazio, Marche, Umbria).

L’incentivo può essere richiesto anche dagli imprenditori fino a 55 anni d’età, secondo quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2021 che ha innalzato il precedente limite di 45 anni. L’obiettivo è quello di sostenere anche gli over 50, una delle categorie che sta subendo le maggiori conseguente dal punto di vista del mercato del lavoro post-Covid.

Per quanto riguarda gli scenari di intervento, sono previste le iniziative di workers byout (ex dipendenti che si associano per creare una nuova impresa rigenerando la loro azienda entrata in crisi), i progetti avviati da donne, le nuove attività intraprese da ex dirigenti in esubero, le iniziative volte a investire sullo scambio intergenerazionale.

Grazie all’estensione del fondo perduto, che è salito al 50%, le agevolazioni possono coprire il 100% delle spese di startup o sviluppo d’impresa, grazie a un finanziamento che può arrivare fino a 200mila euro nel caso di società composte da quattro soci.

Le domande possono essere presentate esclusivamente online attraverso la piattaforma web di Invitalia. I progetti vengono valutati in ordine cronologico di arrivo entro 60 giorni dalla data di presentazione, senza scadenze o graduatorie ad hoc.

I Video di PMI