Pensioni e servizi ENPALS e INPDAP: il PIN INPS per lavoratori e imprese

Come richiedere il PIN INPS per i soggetti ex ENPALS ed INPDAP: procedure per lavoratori, pensionati, imprese, intermediari e patronati, con tutti i link e i numeri per l'assistenza gratuita.

INPS online: tutto sul PIN anche per soggetti ex Enpals ed INPDAP

Per accedere ai servizi online INPS, INPDAP ed ENPALS (pratiche contributive, iscrizione lavoratori o attività d’impresa, posizione assicurativa, certificati, simulazione, calcolo, domanda e cedolino pensione) è necessario il codice PIN composto da 16 caratteri alfanumerici.

Unitamente al codice fiscale, il PIN INPS consente l’accesso ai servizi web, con accesso differenziato per imprese, lavoratori dipendenti e autonomi, intermediari. In particolare, leggi come richiedere il PIN INPS per cedolino pensione e servizi online ENPALS ed ENPAS.

Per quanto riguarda le gestioni confluite nell’INPS (INPDAP ed ENPALS) i servizi sono diversificati per tipologia di utente (lavoratori, pensionati, patronati, imprese e intermediari), ciascuno con una diversa procedura di accesso al PIN.

Come si ottiene il codice PIN?
Leggi le istruzioni: Accesso e PIN servizi INPDAP ed ENPALS tramite INPS

Lavoratori e pensionati ex ENPALS

Per ottenere per la prima volta il rilascio del PIN, bisogna visitare la pagina web riservata a lavoratori e pensionati (clicca qui) ed inserire: codice fiscale, tipologia di utente (lavoratore o pensionato), indirizzo di posta elettronica valido, fonte di conoscenza del servizio. Confermati i dati, si ricevono per email 8 caratteri (denominati PIN2) e un link da cliccare per confermare la richiesta di PIN.  A questo punto non resta che attendere per posta tradizionale un tesserino con gli altri 8 caratteri del pin (PIN1), recapitato all’indirizzo di residenza, registrato presso gli archivi dell’anagrafe tributaria, che sarà subito attivo e pronto all’uso (per tutte le categorie di utenti).

Imprese ex-ENPALS

Per richiedere l’accesso ai servizi online tramite PIN le aziende devono prima ottenere la matricola della gestione ex ENPALS, nel caso non l’abbiano già, recandosi presso una delle sedi INPS con gestione ex-ENPALS.

Per approfondimenti – Sedi INPS in Italia: servizi e modulistica

A questo punto possono visitare l’apposita pagina web (clicca qui) ed inserire codice fiscale, email, tipologia di utente (titolare/legale rappresentante o dipendente delegato), fonte di conoscenza del servizio.  Confermati i dati si riceverà una email con il PIN2 ed un link da visitare per inserire gli estremi dell’azienda. Infine, una seconda email conterrà la documentazione da compilare e trasmettere via fax al numero indicato. Dopo l’approvazione della richiesta, si riceverà il tesserino con il PIN1.

Autonomi esercenti attività musicali

Anche i lavoratori autonomi esercenti attività musicale devono effettuare l’immatricolazione prima di richiedere il PIN. Poi, possono visitare la stessa sezione del portale INPS riservato a dipendenti e pensionati (clicca qui) ed inserire le stesse informazioni, specificando come tipologia richiedente, di essere lavoratore autonomo). Per il resto della procedura è identica.

Intermediari

Nella pagina riservata agli intermediari per la richiesta del PIN (clicca qui) bisogna compilare il form specificando la tipologia di utente: avvocato, commercialista, ragioniere o perito commerciale, responsabile associazione di categoria, società di cui al Dlgs 276/2033 art. 31, ovvero gruppo d’impresa. Bisogna inoltre indicare l’indirizzo presso il quale va spedito il tesserino.
Nel caso di intermediazione per più imprese, bisogna inserire tutti i codici fiscali delle imprese per cui si dispone di delega. Per il resto la procedura è analoga a quella riservata alle aziende.

Patronati

I patronati autorizzati dall’ente di appartenenza richiedono il PIN dalla pagina web ad essi riservata (clicca qui) specificando nel form la tipologia del soggetto in convenzione.

Assistenza

Per assistenza e supporto è disponibile il servizio gratuito al numero verde 803164 (8:00 – 17:00,  lunedì – venerdì, al quale è possibile rivolgersi anche per richiedere un duplicato qualora gli utenti che hanno richiesto il PIN non abbiano ricevuto il tesserino: è indispensabile indicare all’operatore il numero di pratica (contenuto nell’oggetto della mail ricevuta in fase di richiesta) e il codice fiscale del richiedente.

In alternativa è possibile recarsi presso una sede ex ENPALS per ottenere il duplicato, che può essere rilasciato anche a un soggetto diverso dal richiedente munito di delega.

In caso di smarrimento PIN basta chiamare il numero verde e richiedere la revoca del codice, procedendo poi con una nuova richiesta.

Consulta anche i manuali d’uso INPS:

X
Se vuoi aggiornamenti su Pensioni e servizi ENPALS e INPDAP: il PIN INPS per lavoratori e imprese

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy