AbiCollab: editor online gratuito

di Agnese Bascià

scritto il

Creare, gestire e condividere testi online con una piattaforma semplice e gratuita

Per molto tempo AbiWord è stato un editor di testo per pochi “afecionados”, in particolare per coloro che ricercavano una soluzione semplice, open source e gratuita per editare documenti e salvarli nei formati più noti.

Giunto alla versione 2.8, AbiWord si è notevolmente rinnovato ed è ora approdato nel mondo delle suite collaborative: si chiama AbiCollab il nuovo sito di condivisione dei file creati con AbiWord, che consente di archiviare sul Web i propri testi, lanciando l’upload direttamente dal programma installato sul PC (versione per Windows).

Nell’ultima versione di questo editor infatti è stato aggiunto un menu, dal quale si può accedere alle principali attività dell’ambiente AbiCollab. Vediamo come funziona questa piattaforma.

Da AbiCollab ad AbiWord

Innanzitutto, come per altri siti ed editor online, anche AbiCollab richiede una registrazione gratuita preso il sito ufficiale: in questo modo si può accedere al login e al proprio spazio online.

L’interfaccia utente è semplice: un pulsante per caricare il file e uno per crearne di nuovi. Un messaggio in inglese sulla home page personale informerà che è necessario disporre del software AbiWord, scaricabile dal sito di AbiSource.

I formati accettati per l’upload sono DOC, DOCX e ABW (il formato originale di AbiWord), ma per caricare qualunque altra estensione basta inserire il file in un archivio ZIP, TAR, TGZ.

Una volta caricati i file, vengono mostrati i relativi titoli nella pagina my documents insieme a tutte le attività che è possibile svolgere con il file: open, view, share, tag, history, export, link, delete.

Mettiamo la spunta in corrispondenza del file che vogliamo editare e clicchiamo su una delle azioni.

  • L’apertura del file comporta il download dello stesso in locale.
  • L’esportazione del file invece consente di modificare l’estensione dello stesso, scegliendo fra i seguenti formati: ABW, ZABW (formato AbiWord compresso), BZABW (secondo formato di compressione AbiWord), HTML, PDF, TXT, DOC, RTF, ODT.

Per condividere il file, selezioniamolo e clicchiamo su share: una finestra di pop-up mostrerà le possibili opzioni fra una condivisione pubblica e una con singoli utenti o gruppi di utenti.

A questo punto possiamo passare all’interazione con il software installato sul PC.

Da AbiWord ad AbiCollab

Lanciamo AbiWord dal menu Start | Programmi di Windows e una volta entrati nel programma creiamo un nuovo documento da File | Nuovo; editiamo il testo e salviamolo.

Per trasferire il file su AbiCollab, andiamo nel menu Collaborate per settare il nostro account. Clicchiamo su Accounts e poi su Add: inseriamo nella finestra Add Collaboration Account l’indirizzo email che abbiamo usato per registrarci sul sito AbiCollab e clicchiamo su Ok.

Ora possiamo condividere i file trasferendoli sull’account AbiCollab, con un’avvertenza: il trasferimento non implica automatica condivisione, perché questa deve essere svolta dalla piattaforma online.

Dal menu Collaborate clicchiamo su Share, indichiamo quale account utilizzare – se ne abbiamo registrato più di uno – e diamo l’Invio. Ora, se abbiamo già salvato il file con un nome, non verrà chiesto nulla, altrimenti verrà chiesto di attribuire un nome al file. A questo punto, facciamo clic su Ok per lanciare l’upload automatico. Se accediamo al sito AbiCollab e ci logghiamo vedremo nei my documents il file appena caricato.

Ultima funzionalità del menu Collaborate è quella che consente di editare o visualizzare in AbiWord i file che sono stati caricati sulla piattaforma online. Clicchiamo su Collaborate Open Shared Documents: dalla finestra di dialogo, collassiamo il menu dei documenti, selezioniamo quello che vogliamo aprire con AbiCollab e clicchiamo su Open. |

In questo modo non avremo bisogno di effettuare il download del sito e poi importare il documento nel programma in locale. La procedura è automatica, veloce e semplicissima.

I Video di PMI